News

Inzaghi avverte la Lazio: “Contro l’Inter serva la gara perfetta”

Da dimenticare la sconfitta interna control’Atalanta, ma per la Lazio non c’è un attimo di tregua visti che andidata al titolo. Simone Inzaghi guarda avanti e non trema. “Negli anni scorsi tutti abbiamo fatto un ottimo percorso, ora siamo solo all’inizio. Veniamo da una partita, quella di mercoledì sera, disputata bene ma abbiamo commesso degli errori che non ti puoi permettere con determinate squadre. Contro l’Inter dovremo fare di più. Le aspettative su di noi è giusto che ci siano, perché veniamo da una stagione esaltante in cui abbiamo vinto anche un trofeo. Sapevamo di essere in emergenza prima delle tre partite, domani dovremo fare una grande gara. Per vincere servirà la partita perfetta. L’Inter è una squadra molto fisica, tosta da affrontare, con un ottimo allenatore e tanti giocatori da ruotare. Servirà più concentrazione di mercoledì”.

Sul rischio Covid niente di nuovo. “La previsioni dicevano che con l’autunno ci sarebbe stata un’impennata dei casi e così è stato. Penso anche che rispetto a febbraio-marzo le autorità sanitarie e il governo sappiano muoversi meglio, avevano preventivato questa cosa. Bisogna stare tranquilli, cercare di prendere le precauzioni necessarie, spero possa andare tutto bene”.

Mercato non ancora chiuso, Inzaghi preferisce glissare. “Del mercato ne parla il direttore Tare, che lavora 24 ore al giorno. Spero possa chiudersi al più presto, così i giocatori possono impegnarsi al massimo senza distrazioni”.

Sulla formazione regala nulla. “Le valutazioni le faremo oggi, bisognerà vedere anche come hanno recuperato Immobile e Caicedo e come sta Correa. Ho dei ballottaggi, vedremo. Fares? Verrà convocato, è un giocatore che è arrivato con una preparazione non adeguata. Non lavorava con la palla prima alla Spal. Sta crescendo e cerca di imparare velocemente. Al massimo verrà in panchina”.

error: Content is protected !!
P