News

Il Napoli sfida il Parma, primo esame per Gattuso

Francesco Raiola

NAPOLI  Vigilia dell’esordio sulla panchina del Napoli per Gattuso, soprannominato “Ringhio Starr” dal Presidente De Laurentiis, che avverrà domani pomeriggio alle 18 contro il Parma di D’Aversa. Azzurri in piena full immersion, in ritiro a Castelvolturno con il nuovo allenatore, alla ricerca della svolta mentale e di gioco a cui Gattuso è stato chiamato a dare dopo l’esonero di Ancelotti, avvenuto dopo la qualificazione agli ottavi di Champions League. Obiettivo per il tecnico calabrese recuperare innanzitutto il morale perduto per gli azzurri, lontani otto punti dalla zona Champions, cercando di scacciare i fantasmi che hanno contraddistinto le ultime gare degli azzurri, oltre che provare a ricomporre la frattura tra società e giocatori.  Importante e significativa in questo senso la presenza di Aurelio De Laurentiis agli allenamenti del Napoli.

Come annunciato in conferenza stampa si va verso un cambio modulo con l’avvento di Gattuso, che ha dimostrato nella sua breve carriera di allenatore di non essere sì dogmatico nella scelta dei moduli, ma di avere comunque una predilezione per il 4-3-3. Difficile comprendere comunque come potrà subito attuarlo in questo Napoli, mancando nella rosa un uomo a centrocampo capace di dettare ritmi e passaggi, come poteva esserlo Jorginho o Diawara con Sarri, o Biglia nel suo vecchio Milan.
In ogni caso, facile ipotizzare un cambio immediato di modulo anche per riavvicinare quei giocatori, i senatori soprattutto, che avevano spinto con Ancelotti per l’adozione del 4-3-3, che ha tanto esaltato gente come Insigne, Callejon e lo stesso Allan.
Conferma per Meret tra i pali , con Di Lorenzo a destra e ballottaggio Mario Rui-Hysaj a sinistra , con Manolas e Koulibaly confermati in difesa. Nel nuovo centrocampo dovrebbe essere Allan il perno centrale, affiancato da Fabiàn Ruiz e probabilmente Zielinski. In attacco a sinistra torna il capitano Insigne, mentre a destra permane il ballottaggio tra Callejon e Lozano. Nel ruolo di punta probabile conferma per Milik, esaltato dalla tripletta in Champions League contro il Genk.
Nel Parma di D’Aversa che battezzerà il Gattuso napoletano, oltre ai lungodegenti Inglese e Karamoh, fuori anche Kucka e Scozzarella. Modulo speculare per il tecnico parmigiano con il 4-3-3, con l’ex Sepe tra i pali.
Difesa a quattro con Darmian e Gagliolo esterni bassi, Bruno Alves e Iacoponi coppia centrale. Probabile chance a centrocampo per l’altro ex del Napoli Alberto Grassi, sfortunato finora con diversi infortuni, in ballottaggio con Hernani, a fare compagnia sulla linea mediana a Brugman e Barillà. Nel tridente offensivo spazio a Gervinho e alla piccola stella di proprietà dell’Atalanta, lo svedese Kulusevski, con l’altro scandinavo, il danese Cornelius punta centrale.
Buona la prevendita a Fuorigrotta, con la Curva B e la Tribuna Posillipo quasi tutta esaurita ad accogliere l’esordio di Gattuso.
Fischio di inizio alle ore 18. Arbitro del match sarà il sig. Di Bello di Brindisi. Alla VAR Fabbri.
error: Content is protected !!
P