News

Champions. Real-Psg, che notte al Bernabeu. L’Atalanta chiede strada alla Dinamo per continuare a sperare

dal nostro corrispondente

Daniele Orieti

MADRID Meno uno alla fine della fase a gironi e molte situazioni già definite. Domani nel girone A, il match clou è quello del Bernabeu, dove il già qualificato Psg sfida il Real Madrid seconda forza del girone. Francesi a dodici punti, già qualificati, ma per centrare il primo posto debbono fare due punti tra domani e l’ultima in casa con il Galatasaray mesto fanalino di coda. Non ha problemi neanche il Real cui basta in teoria un punto per avere la matematica di chiudere secondo (ultima in trasferta in casa del modesto Brugge), ma è chiaro che il Madrid voglia fare la partita e chiudere il conto già stasera. Oltretutto, tra io transalpini, c’è quel Mbappé che piace non poco a Zinedine Zidane che non ne ha fatto mistero in conferenza stampa. “Lo conosco e ne sono innamorato da tempo, ma domani sera sarà un avversario e basta. Non posso aggiungere altro”. Su Bale: “Se giocherà? Domani vedrete. Sarò una partita importante per tutti, anche per lui”. Nell’altra sfida del girone, il Galatasary sfida in casa il Brugge: obiettivo tre punti per sperare almeno nell’Europa League.

Situazione analoga nel girone B dove comanda il Bayern Monaco (12) davanti al Tottenham (7). Sarà il ritorno in Champions per Josè Mourinho che esordisce in casa contro l’Olympiacos, ultimo con un solo punto. Tre punti per chiudere la pratica qualificazione, mentre il Bayern Monaco è atteso alla “calda” trasferta di Belgrado contro la Stella Rossa (3 punti) che spera di avvicinarsi al Tottenham o quanto meno di fare punti per la qualificazione in Europa League.

Nel girone C la capolista Manchester City (10 punti) ospita lo Shakhtar, secondo insieme alla Dinamo Zagabria con 5 punti. Gli inglesi, vincendo, avrebbero la certezza matematica del primo posto, tenuto conto che nell’altra sfida, l’Atalanta di Gasperini (1 punto) è all’ultima spiaggia. Ospita a Milano la Dinamo Zagabria con l’obbigo di fare il massimo dei punti, tifando ovviamente City per andarsi a giocare il tutto per tutto l’11 dicembre in casa dello Shakhtar. Difficile, ma i bergamaschi intendono provarci.

error: Content is protected !!
P