News

dal nostro corrispondente

Daniele Orieti

MADRID Mai come quest’anno è una Liga Santander pazzesca. Cinque squadre racchiuse nel fazzoletto di appena due punti quando sono trascorse tredici giornate di campionato. In testa Barcellona e Real Madrid coin 25 punti, uno più dell’Atletico e del Siviglia, due sulla Real Sociedad. Barcellona e Real a braccetto, capaci di prendersi la vetta dopo lo scivolone del sorprendente Granada caduto per 2-0 a Valencia. Il Barça ha fatto il suo in casa, nel tempio del Camp Nou, battendo per 4-1 il Celta Vigo con tanto di tripletta di Leo Messi (quarto gol di Busquets). E stessa cosa ha fatto il Madrid che nella non difficile trasferta in casa dell’Eibar si è preso i tre punti per effetto dei gol messi a segno da Sergio Ramos,  Valverde e doppietta di Karim Benzema. Rinviene l’Atletico che ha cancellato la sconfitta europea di Leverkusen, battendo al Wanda l’Espanyol per 3-1 (Correa, Morata e Koke). Mezzo passo falso per la Real Sociedad che avrebbe potuto infiammare, al pari del Granada, la Liga, ma i baschi si sono fatti bloccare in casa dal Leganes per 1-1 e di conseguenza lasciato la vetta nella mani delle due più accreditate avversarie alla vittoria finale. Le altre viaggiano a corrente alternata, come lo stesso Valencia, che ha fermato, come detto il Granada, e insegue. Cinque i punti di ritardo dalla vetta, tre da quel quarto posto che vale la Champions diretta. Adesso la sosta per le nazionali, poi si riprende nel week end di fine novembre. Barcellona in casa del Leganes, Real al Bernabeu contro la Real Sociedad, l’Atletico va a far visita al Granada voglioso di tornare sulla cresta dell’onda e continuare a sognare, il Siviglia a Valladolid e il Valencia a Siviglia contro il Betis. Sarà una settimana d’urto che precede il primo vero scontro della stagione, quello del Wanda, tra Atletico e Barcellona del 1 dicembre. E sarà un bel vedere.

error: Content is protected !!
P