News

Serie A. Si rialza l’Empoli: battuta l’Udinese. Pari tra Chievo e Bologna: Ventura si dimette

Risultati importanti nella lotta per non retrocedere. Al Bentegodi si danno battaglia Chievo e Bologna pareggiando due a due. E a fine gara si dimette il tecnico Ventura. La società prende tempo e le congela. Partita accesa e movimentata dove convogliano sia i limiti delle due squadre sia la voglia e la determinazione nel conquistare punti vitali. I clivensi riescono inizialmente a capovolgere la partita ribattendo con Meggiorini da rigore e con Obi scelto al posto di Giaccherini, il gol in avvio di Santander. Nella ripresa Orsolini pareggia i conti e fa tirare un sospiro di sollievo ad Inzaghi. I gialloblu dovranno ora cercare di aggrapparsi agli uomini di maggior spessore come il portiere Sorrentino per provare a compiere l’impresa. Ventura deve far leva sull’emotività dei suoi per cercare di sopperire alle carenze tecniche. Non proprio un compito agevole anche se nel match odierno, il sacrifico e la disponibilità si sono visti. I felsinei invece non graffiano. Se è vero che da una parte la squadra di Inzaghi propone molti giovani, dall’altra i rossoblu sono troppo discontinui e non riescono a mantenere una ferrea stabilità nel corso del match. Nell’altra sfida sorride Beppe Iachini all’esordio sulla panchina dell’Empoli anche se espulso nel finale. Al Castellani infatti i toscani battono due a uno l’Udinese. La squadra di Velazquez gioca meglio e costruisce anche azioni interessanti nel corso del primo tempo. I friulani non sono incisivi però soprattutto nell’ultima giocata. L’Empoli nonostante momenti di sofferenza riesce comunque a rompere gli equilibri. Azione corale (per certi versi simili a quelle viste con Andreazzoli in panchina), sponda efficace di Caputo e colpo vincente di Zajc. Nella ripresa è ancora bomber Caputo ad incidere grazie ad un altro acuto dopo quelli contro Juve e Napoli. L’attaccante è sempre più un punto di riferimento nella squadra. Prova a recuperarla l’Udinese ma i padroni di casa tengono botta e con ordine e compattezza si difendono. Una ghiotta opportunità capita sui piedi di De Paul. L’argentino fallisce il rigore guadagnato da Lasagna per fallo di Maietta. Lo squillo che da la scossa arriva allora da Pussetto abile a sfruttare il cross di Machis grazie al destro al volo. L’Empoli alla fine strappa i tre punti complice un intervento provvidenziale di Provedel nel finale su D’Alessandro. Tracciando un primo bilancio entrambe per diversi motivi hanno raccolto meno di quanto seminato. I toscani con l’arrivo di Iachini sperano di trovare maggiore solidità ed equilibrio tra i reparti. Aspetti chiave per non retrocedere. I bianconeri invece devono sprecare meno energie ed essere più lucidi sottoporta per non vanificare il buon lavoro prodotto. Chiaramente, è d’obbligo una prova di maggior livello soprattutto per il reparto offensivo.

La classifica parla chiaro e non mente. La lotta salvezza coinvolge tante squadre alcune in pianta stabile nel nostro campionato da anni. Con i risultati di oggi il Bologna si porta a dieci punti a +1 da Empoli ed Udinese terzultime. Rimane penultimo il Frosinone mentre il Chievo raggiunge lo zero in classifica.

error: Content is protected !!
P