News

Sotto il diluvio, il Napoli: Genoa battuto in rimonta

Francesco Raiola
Partita di altri tempi a Marassi, con gli azzurri di Ancelotti che riescono a vincere in rimonta contro il Genoa che era passato in vantaggio con Kouamè.  La risolvono gli azzurri grazie ai cambi di Ancelotti durante l’intervallo con Fabiàn Ruiz e Mertens decisivi. Napoli che torna così a ridosso della Juventus,  staccando l’Inter, impegnata domani a pranzoa Bergamo.

Marassi tutto esaurito in una splendida cornice di entusiasmo con il consueto gemellaggio tra genoani e partenopei. Poco turnover a sorpresa per Ancelotti che conferma Ospina tra i pali e preferisce Hysaj a Malcuit. A centrocampo conferme per Callejon,  Allan e Hamsik, mentre Zielinski preferito a Fabiàn Ruiz.  Attacco annunciato con Insigne e Milik. Qualche cambio per Juric nel suo 3-5-2 acentrocampo con l’inserimento sulle fasce di Lazovic e  Romulo con Hiljemark centrale. Coppia di attacco formata da Piatek e Kouamè.  Inizio di match tutto targato Napoli con gli azzurri che provano subito a schiacciare il Genoa nella propria metà campo con pressing alto e possesso palla vorticoso: Insigne e Zielinski in evidenza. Ed è proprio Lorenzo Insigne che sfiora subito il goal con una conclusione da fuori che si stampa sul palo a Radu battuto. Passano pochi minuti e ancora Napoli vicino al vantaggio con Zielinski che conclude su assist di Insigne ma Romero salva. Ma a sorpresa al 20′ passa il Genoa: azione insistita dopo una palla persa da Zielinksi,  con cross dalla destra di Romulo, Hysaj perde la marcatura di Kouamè che insacca di testa. Reazione furiosa degli azzuri trascinati da Allan e Koulibaly,  ma il campo pesante e la pioggia insistente penalizzano i fraseggi partenopei che sfiorano però clamorosamente il pareggio con Milik che a due metri dalla porta non riesce ad appoggiare in rete dopo uno spettacolare uno-due tra Insigne e Callejon. È l’ultima occasione di un primo tempo che vede così prevalere a sorpresa il Genoa.  Ammonito nel finale Insigne per sorpresa. Nell’intervallo interviene subito Ancelotti con un doppio cambio: dentro subito Mertens e Fabiàn Ruiz , fuori Milik e Zielinski. E sono proprio i due subentrati che sfiorano il pareggio con un bel fraseggio concluso da Mertens che conclude di poco fuori. La pioggia aumenta di intensità e il campo diventa al limite dell’impraticabilità. Primo cambio nel Genoa con Omeonga per Veloso. Al 59′ Abisso decide di sospendere il match per il diluvio su Marassi. Partita che riprende dopo oltre dieci minuti, con il campo in condizioni quasi impossibili per giocare a calcio. Ma dopo 3 minuti gli azzurri la riprendono e sono ancora Mertens e Fabiàn Ruiz i protagonisti con il belga assist man e lo spagnolo finalizzatore per il pareggio partenopeo. Napoli in fiducia che sfiora subito il raddoppio con Insigne su punizione con Radu che salva in angolo. Partita sempre condizionata dal campo pesante che penalizza il lato sinistro di attacco del Napoli,  dove il Marassi diventa una piscina. Ammonito Bessa per fallo su Hysaj. Secondo cambio per Juric, con Mazzitelli al posto di Hiljemark. Cambia Ancelotti a dieci minuti dalla fine con Malcuit per Hysaj. Altra ammonizione nelle fila genoane per Omeonga. A quattro minuti dalla fine gli azzurri la ribaltano: punizione di Insigne, palla in area, caos in area, deviazione di Biraschi  e palla in rete. Genoani che reclamano un fallo che non c’è  ed Abisso, con l’ausilio della Var convalida. Criscito ammonito per proteste. Juric cambia subito con Pandev al posto di Romulo. Quattro minuti di recupero concessi da Abisso,  dove vengono ammoniti Malcuit e Mazzitelli, ma non succede più niente con gli azzurri che espugnano dopo mille difficoltà Marassi contro un coriaceo Genoa.  Azzurri che tornano a meno tre dalla Juventus,  mettendo così pressione ai bianconeri ospiti a San Siro domani contro il Milan di Gattuso.

error: Content is protected !!
P