News

Super Napoli al San Paolo: travolto il Parma. Ed ora la Juve

Francesco Raiola
NAPOLI Sbrigata agevolmente e con maturità da parte degli azzurri la pratica Parma, con un risultato secco, in una partita dominata per novanta minuti, di buon auspicio per  gli azzurri alla vigilia della sfida di Torino contro la Vecchia Signora. Ancelotti può essere più che soddisfatto. Turno infrasettimanale in un San Paolo infreddolito ma riscaldato dai circa 25.000 spettatori che cercano di accompagnare gli azzurri alla vittoria contro il Parma di D’Aversa. Ampio turnover così come previsto per Ancelotti.  Rispetto alla gara di Torino dentro Karnezis, Malcuit,  Maksimovic e Mario Rui per Ospina, Hysaj, Albiol e Luperto.  A centrocampo rivoluzione con Diawara e Allan centrali con Fabiàn Ruiz per Callejon e Zielinski a sinistra per Verdi. In attacco Insigne e Milik. Nel Parma previsioni rispettate con Gervinho in panchina, con Ciciretti al suo posto. Deiola a centrocampo per Rigoni. Pronto via e subito azzurri in vantaggio: bella azione sulla destra tra Malcuit e Fabiàn Ruiz che serve in profondità Milik che serve Insigne al centro che sfrutta un rimpallo e buca subito Sepe. Napoli in pieno controllo del match e sfiora più volte il raddoppio con Fabiàn Ruiz e poi con Zielinski che sbaglia un rigore in movimento.  Occasione clamorosa anche per Insigne, servito da Allan che ruba palla a Barillà a centrocampo, che colpisce il palo alla sinistra di Sepe. Primo giallo del match per Stulac che atterra Diawara in contropiede al 32′. È un bellissimo Napoli che manca di concretezza con Milik e Fabiàn Ruiz che sprecano altre due buone occasioni.  Ancora Sepe decisivo nel finale con una parata su azione corale degli azzurri finalizzata da Mario Rui. Primo tempo che si chiude con il minimo vantaggio del Napoli, ma risultato bugiardo. Parma salvato da Sepe e dal palo. Ma la ripresa inizia subito con il raddoppio degli azzurri,  firmato da un grandissimo goal di Milik di sinistro da fuori area servito da Insigne che folgora Sepe. Doppio vantaggio strameritato. Arriva subito dopo il secondo giallo nel Parma per Bruno Alves che abbraccia platealmente Insigne che si stava involando verso la porta.  Cambio per D’Aversa al 60′  con Siligardi per un inesistente Ciciretti. Cinque minuti  e fuori anche Inglese, poco servito, per Ceravolo. Primo cambio per Ancelotti al 67′, con Insigne che lascia il campo tra gli applausi per Dries Mertens. Partita che scorre con il Napoli padrone del match e Ancelotti al 77′ inserisce Verdi per Zielinski,  un pò troppo confusionario  stasera. Ultimo cambio del Parma con Sprocati per Di Gaudio. Nel finale arriva la terza rete degli azzurri con Arek Milik che appoggia in rete un tiro cross di Verdi. Risultato acquisito con Milik che esce fra gli applausi sostituito da Adam Ounas.
Partita che si chiude dopo tre minuti di recupero, con il San Paolo che canta e incita gli azzurri in vista della supersfida di sabato.
Vittoria importante per il Napoli e ottime risposte ottenute da Ancelotti dai suoi uomini, soprattutto da chi aveva giocato poco o niente come Malcuit, Maksimovic e Fabiàn Ruiz.  Da sottolineare il solito monumentale Allan, che ha esaltato in decine di recuperi il San Paolo.  Promossa anche la fase difensiva con Maksimovic che sembra definitivamente recuperato , sia fisicamente che psicologicamente. Azzurri pronti ad affrontare i Campioni d’Italia con il morale alle stelle, a tre punti dalla vetta, nella speranza di replicare la notte del 22 aprile scorso.
error: Content is protected !!
P