News

La Lazio torna a sorridere: Caicedo e Immobile domano la Fiorentina

Dopo la sconfitta col Milan e il pareggio col Genoa, la Lazio di Simone Inzaghi torna alla vittoria e lo fa all’Olimpico contro la Fiorentina. Per i viola di Cesare Prandelli si interrompe a quattro la striscia di risultati utili consecutivi: fondamentale un gol di Felipe Caicedo, oggetto dei desideri della dirigenza viola che ha punito Dragowski in apertura di match e di fatto ha deciso la partita quando la stessa era ancora agli albori. Il raddoppio è stato poi realizzato nella ripresa da Ciro Immobile, un gol a un quarto d’ora che ha reso inutile la rete del definitivo 2-1 firmata Vlahovic. 

Schierato dall’inizio insieme a Ciro Immobile, Caicedo al sesto minuto ha finalizzato una bella azione corale e ha deviato in porta la sponda di Lazzari anticipando Pezzella. Dopo la rete, la Fiorentina ha provato a dire la sua, s’è riversata in attacco con più cuore che idee. Atteggiamento che non ha prodotto grossi risultati, musica per le orecchie della squadra di Inzaghi che dà il meglio di sé quando può giocare in contropiede. La squadra di casa al 26esimo aveva trovato anche il gol del raddoppio con Ciro Immobile, ma la rete è stata annullata per una millimetrica posizione di fuorigioco.
Per la Fiorentina non una prima frazione positiva, anche a causa dell’infortunio capitato a Franck Ribery: al 37esimo la seconda punta francese s’è accasciata a terra per un problema muscolare: al suo posto in connazionale Eyserric, giocatore che con Iachini era ai margini del progetto e che invece Prandelli sta provando a rilanciare. 

Anonima però la prestazione di Eysseric, che in alcun modo nel secondo tempo è riuscito a supportare Vlahovic: l’attaccante serbo il miglior assist nella ripresa l’ha ricevuto da Patric della Lazio, ma non è riuscito a superiore Strakosha nell’area piccola.
La Fiorentina nella ripresa ha provato a fare la partita, ma di fatto la Lazio fino al 2-0 non ha mai sofferto e a un quarto d’ora dalla fine ha trovato con Ciro Immobile il gol del raddoppio: su un corner di Luis Alberto, Dragowski ha ‘consegnato’ il pallone al bomber biancoceleste che da pochi passi non ha sbagliato.
Subito dopo il 2-0 sono arrivate le migliori occasioni per la Fiorentina. Al 78esimo un tiro di Castrovilli respinto da Milinkovic quasi sulla linea di porta, dieci minuti dopo un rigore conquistato e trasformato da Vlahovic. Troppo tardi per riaprire la partita: vittoria meritata per la Lazio, che grazie a questo successo resta a ridosso delle posizioni che contano.

error: Content is protected !!
P