News

Coronavirus. Il toccante flashmob di Napoli

dal nostro corrispondente

Francesco Raiola

NAPOLI Prova a reagire la città di Napoli all’incredibile situazione che l’Italia sta vivendo, con il Coronavirus che ogni giorno miete le sue vittime, con un bilancio che si aggrava quotidianamente e che registra oggi la prima vittima di Torre del Greco, un 72enne marittimo. Una tragedia di fronte alla quale lo sport ha deciso, non senza difficoltà, di fermarsi. Anche la UEFA, dopo la FIGC, con clamoroso ritardo, ha fermato la Champions League e l’Europa League, con il Napoli che ha visto così annullarsi l’ottavo di finale previsto per mercoledì prossimo al Camp Nou a porte chiuse. La Spagna, che vive anch’essa ore drammatiche per l’aumento dei contagiati, ha bloccato gli arrivi dall’Italia, rendendo impossibile l’arrivo del Napoli. La società ha mantenuto inalterati i ritmi di allenamento fino a venerdì mattina fino a quando non è arrivato lo stop al match di Barcellona, e cosi oggi Mertens si allenava, da solo, con la mascherina, correndo per le strade deserte di Napoli, nel bellissimo suggestivo panorama di via Posillipo.

La società, seguendo il filone dei flashmob dei balconi, che hanno coinvolto tanti italiani in queste ore per esorcizzare il Virus, ha organizzato in serata un evento virtuale, che ha coinvolto tutta la città di Napoli, che ha cantato all’unisono, il coro di “Un giorno all’improvviso” , con Lorenzo Insigne, in primis, che da casa sua ha fatto partire il coro. Una musica coinvolgente che ha trascinato tutta la città sul coro che ha fatto sognare il pubblico di Fuorigrotta, come nel video allegato.  Nella speranza di poter di nuovo dal vivo cantare quel coro al San Paolo, pieno come uovo, magari dopo una grande vittoria in Champions League con i gol di Mertens ed Insigne. Si perché, anche qui a Napoli, andrà tutto bene.

https://youtu.be/EbraDNY2TqA

error: Content is protected !!
P