News

Domani Roma-Juve. Sarri: “Squadra forte, sarà dura”

 

C’è Roma-Juve, la partita. Che vale molto. “La partita è difficile e arriva in un periodo in cui dobbiamo andare a ricercare continuità”. Maurizio Sarri inquadra così la sfida di domani sera all’Olimpico contro la Roma. . Il motivo della sua richiesta e ricerca sono gli “spezzoni diversi di interpretazione” da parte della sua squadra. “Ora che sembriamo in miglioramento, dobbiamo cercare continuità di periodo, dobbiamo proseguire con quanto di buono fatto col Cagliari”. E sul turn-over, ha spiegato: “Per anni sono stato uno che non cambiava mai, ora me le chiedono e può darsi…”. Di fronte Paulo Fonseca, un tecnico che è alla prima stagione in Serie A: “A inizio campionato l’avevo messo tra le sorprese. In Ucraina la sua squadra era propositiva e mi aspettavo desse una bella impronta. Mi sembra stiano lavorando bene, con periodi difficili e tanti infortuni. E’ riuscito a dare impronta importante ed è un allenatore di livello”. I giallorossi potrebbero presentarsi con una difesa a tre: “Se andiamo in pressione ci cambiano i movimenti difensivi, ma abbiamo già giocato contro squadre con una difesa a tre, credo che la squadra sia pronta a entrambe le soluzioni, non sarebbe una novità”.

Sarri ha poi parlato di Higuain e dell’importanza che ricopre nel suo gioco: “La sua assenza cambia qualcosa perché Cristiano parte decentrato, Dybala viene incontro alla palla e gioca lontano dall’area. E’ una situazione in cui abbiamo qualità tecniche straordinarie, ma rischiamo di essere assenti. Dobbiamo essere più bravi ad attaccare l’area con altri giocatori. Chiaramente Higuain ci risolve determinate situazioni con le sue caratteristiche. Il potenziale offensivo è elevatissimo ma possiamo migliorare nello sfruttarlo”. Ieri è stato il compleanno del tecnico bianconero e quando gli è stato chiesto che regalo si aspetta dai suoi giocatori, ha risposto: “La squadra può portare punti. Purtroppo ho un’età in cui i compleanni iniziano a diventare pesanti e l’ultima cosa che mi viene in mente è chiedere regali”. Parlando invece dei rivali di domani, Sarri ha risposto: “E’ una squadra che ha tanti giocatori tecnici, di gamba, che strappa quando riconquista la palla. Squadra che si può allungare, può far venir fuori una partita con continui capovolgimenti di fronte e così diventa pericolosissima. Il grande rischio è di farsi spaccare in due”.
L’assenza prolungata dal campo di De Ligt è diventata un caso e l’allenatore toscano ha ribattuto: “Secondo me inizia a stare meglio, ha risolto l’acciacco al pube degli ultimi tempi, gli resta un piccolo acciacco alla spalla, ma la sensazione è che stia tornando sui suoi livelli abituali”. Con un mercato bianconero che è già chiuso, Sarri ha spiegato che vantaggi dà avere pazienza piuttosto che cambiare tanto: “Quando una squadra riesce ad avere continuità di lavoro con lo stesso allenatore è chiaro che ci siano benefici, ma in Italia è sempre difficile fare programmi a lunga scadenza. Il Liverpool è un società di livello mondiale che però ha avuto la pazienza di arrivare undicesima il primo anno e ottava il secondo. Non so se in Italia questo tipo di percorso sarebbe stato possibile, è una questione di mentalità”. Se a Napoli le rotazioni erano poche, alla Juve il turn-over è stato necessario anche per motivi di rosa molto più ampia: “Non mi sono dovuto sforzare – ha spiegato Sarri -. A Napoli era importante dare continuità a quella formazione. Questa è una situazione totalmente diversa rispetto alle precedenti. Considerata la qualità dei giocatori a disposizione può cambiare poco con 2-3 sostituti a partita”.
Infine una domanda specifica su Ramsey e Rabiot e gli inserimenti in area di rigore: “Ramsey può farlo bene, come trequartista con Dybala-Ronaldo può trovare spazio. Poi qualcuno lo fa più facilmente, altri meno. Penso che, ci sia la possibilità di diventare più bravi a sfruttare spazio che aprono continuamente gli attaccanti, Khedira è il più bravo di tutti, ha le caratteristiche e la predisposizione e Rabiot può migliorare molto in questo”.

error: Content is protected !!
P