News

EL, Napoli pronto alla battaglia contro la Real Sociedad

Francesco Raiola

Vigilia importante in casa Napoli, pronto alla gara decisiva del girone contro la Real Sociedad. Un punto separa gli azzurri dalla qualificazione ai sedicesimi nel girone più equilibrato della competizione: un punto che dovrà arrivare, si spera, contro la rivelazione della Liga, quella Real Sociedad, capace di primeggiare in Spagna fino a domenica scorsa, prima del sorpasso dell’Atletico Madrid, ora davanti di un punto e con due partite da recuperare.

Sarà l’esordio ufficiale della nuova denominazione dello stadio, ormai a tutti gli effetti intitolato a Diego Armando Maradona. L’inaugurazione vera e propria avverrà probabilmente quando sarà possibile far tornare il pubblico allo stadio, probabilmente in estate, magari organizzando un match amichevole tra il Napoli e il Boca Juniors, le due squadre del cuore di Maradona.

Il Napoli, intanto, domani si gioca già un pezzo importante della stagione, un obiettivo dichiarato ad inizio stagione: Gattuso vuole andare più avanti possibile in Europa e lo conferma in conferenza stampa insieme a Zielinski. “Certo, , dal primo giorno del sorteggio sapevamo che il girone era difficile, con squadre tutte organizzate. Il Rijeka, la meno forte sulla carta, ha creato difficoltà a tutti, l’AZ e la Real Sociedad hanno rose competitive. L’AZ con gli stessi giocatori, tranne uno ceduto, ha perso lo Scudetto a 4 giornate dalla fine per differenza reti (stop al campionato per Covid, ndr), la Real Sociedad ha fatto benissimo, quest’anno è ancora imbattuto in campionato, sono squadre molto forti. Domani ci giochiamo il primo obiettivo, speriamo di vedere un grande Napoli”. E’ un anno anche dall’arrivo di Gattuso a Napoli e il tecnico non si dà pagelle: “Abbiamo fatto buone cose, siamo molto soddisfatti ma la verità è che abbiamo una squadra forte, giovane, eravamo convinti dal primo giorno e lo siamo ancora di più che è perfetta per come vediamo il calcio io ed il mio staff. Dobbiamo solo migliorare dal punto di vista della mentalità. Quando dico che siamo soddisfatti per la qualità del gioco e dei giocatori, quando non troviamo le nostre giocate e c’è una giornata storta dobbiamo migliorare nel stare lì, senza andare fuori di testa se non abbiamo il pallone, tenere botta, questo intendo per mentalità”. Importante anche il ritorno al cento per cento di Zielinski, recuperato dopo il COVID: ” “Può fare quello, la mezzala, tutto, ha grandi qualità, ha avuto difficoltà dopo il Covid, è tornato quello che conosciamo tutto. Vediamo domani se gioca ed in che posizione, ma siamo contenti di tutta la squadra e domani servirà una grandissima gara in entrambe le fasi. Loro sono senza due giocatori importanti, ma è una squadra non a caso imbattuta da tempo, questo fa capire chi affrontiamo...”. Conferma dello stesso Zielinski, soddisfatto della forma e del ruolo: “Cerco di dare il massimo, sempre, partita dopo partita, al di là del ruolo. In queste ultime gare sono andato bene, spero di fare ancora meglio. Mi sento bene, ma gara dopo gara migliorerò di condizione, ma sto bene e darò il massimo.” Sulla gara di domani: “L’abbiamo preparata bene, speriamo di fare una grande gara, ma sappiamo che loro sono forti, hanno giocatori di grande qualità e stanno facendo ottime cose nella Liga, nonostante un piccolo calo ultimamente, ma sono un’ottima squadra, per entrambe è importante”.

Per domani ,Gattuso ritrova anche Fabiàn a disposizione, che ha recuperato dal fastidio muscolare, subito in Olanda. In porta dovrebbe essere confermato Ospina, con Di Lorenzo e Mario Rui esterni, coppia centrale Koulibaly e Maksimovic, titolari in Europa. A centrocampo percentuali molto alti per la riconferma dei tre che hanno convinto a Crotone, con Demme, Bakayoko e Zielinski pronto a fare il trequartista dietro la punta che dovrebbe essere Mertens, accompagnato in attacco da Insigne e Politano, in vantaggio su Lozano.

Nella Real Sociedad assenze pesanti: fuori Oyarzabal, David Silva e Illaramendi. Alguacil dovrà rinunciare ai pezzi da novanta, ma non cambierà modulo anche perchè costretto a vincere per sperare nella qualificazione. In porta conferma per Remiro, con difesa a quattro composta da Gorosabel, Elustondo, Le Normand e Monreal. In mediana Zubimendi e Merino, con Januzaj, Roberto López e Portu in trequarti dietro la punta Isak.

Fischio di inizio alle ore 18.55 . Arbitro del match sarà l’israeliano, sig. Grinfield.

error: Content is protected !!
P