News

Mancini esalta i suoi: “Stiamo crescendo bene”. Azzurri, tre gare su tre a Roma nel girone di Euro 2020

È un Roberto Mancini euforico quello che si presenta in sala stampa dopo il 3-0 alla Bosnia che ha consentito al tecnico di Jesi di battere il record di Vittorio Pozzo. “Fa piacere per aver battuto il record di Pozzo. Sapevamo che la partita non sarebbe stat facile perchè la Bosnia è una squadra solida e forte. Abbiamo giocato bene mettendo la partita sui binari giusti”.

L’Italia riparte dopo l’eliminazione dal mondiale di due anni fa. “Questo è il calcio. A volte ci sono dei risultati inaspettati anche quando una squadra non lo merita. Sono stati bravi i ragazzi, si sono trovati subito bene Tecnicamente abbiamo cercato di impostare un lavoro diverso. Le cose stanno andando bene”.

Si gode la nottata, esaltando i suoi. “Insigne? Hanno giocato bene tutti sennò non si vince 3-0 fuori casa. Tonali è andato benissimo. E’ stato preferito a Zaniolo perché  ci limitava i cambi sul campo. Non è Verratti ma ha caratteristiche simile mentre Zaniolo in questo momento è abituato a giocare in un altro ruolo. Quanto a Belotti e Immobile  speriamo che segnino anche durante l’Europeo”.

Mancini non è uno che si accontenta è un piccolo difetto lo trova. “Si perché negli ultimi 15 minuti siamo andati a giocare troppo indietro. Invece bisogna difendere più avanti”.

Testa di serie  Con la vittoria di oggi, l’Italia di Roberto Mancini sarà nel pot 1 dell’urna di Bucarest, il prossimo 30 novembre. Significa che sarà testa di serie ed eviterà le migliori di queste qualificazioni, oltre a giocare le tre gare del gironcino in casa.

error: Content is protected !!
P