News

Euro 2020, spettacolo e sorprese: la Germania piega l’Olanda, la Croazia stecca con l’Ungheria

Spettacolo puro tra Olanda e Germania. Il match più prestigioso del girone C e del giorno non ha tradito le attese ed ha regalato agli amanti del calcio uno vero e proprio show. I tedeschi grazie ad una prova di forza e di limpida qualità colpiscono nel primo tempo con Sane e Gnabry con gli olandesi che accusano tremendamente il colpo. Nella ripresa però i tulipani fanno emergere tutta loro tecnica individuale: gli acuti di de Light e Depay riacciuffano la partita e riaprono ogni discorso. Partita infiammata, verticalizzazioni continue con il risulto in bilico.  In extremis Schulz manda in estati la Germania e fissa il punteggio sul definitivo 3 a 2. Il 3-4-1-2 proposto da Low è notevolmente dinamico e vibrante e soprattutto accende i lampi dei migliori giovani tedeschi. Una Germania piena di novità e di gioventù che per la determinazione e la voglia sfoderata ricorda la precedente generazione vincente e tosta Sull’altro versante va fatta una doppia analisi. Se da una parte c’è da cancellare un approccio completamente sbagliato soprattutto contro una big come la corazzata tedesca, dall’altra l’Olanda non ha mollato e si è rimessa nella giusta carreggiata anche se ha dovuto piegarsi alla fine. Nell’altra partita l’Irlanda del Nord la spunta nel finale 2 a 1 sulla Bielorussia.

GRUPPO E Incredibile quanto sta accadendo in questo raggruppamento: numerosi colpi di scena con l’equilibrio che sta prevalendo. La Croazia stecca clamorosamente in trasferta e viene battuta da una vigorosa Ungheria. I croati sbloccano la partita con Rebic ma Szalai e poi Patkai capovolgono la partita e lanciano in orbita gli ungheresi. Il Galles di Bale invece all’esordio passa brillantemente l’esame Slovacchia. Basta un gol di James ad abbattere Skriniar e compagni. In questo momento Slovacchia, Galles, Ungaria e Croazia hanno 3 punti in classifica con l’Azerbajan fermo a zero. Ci sarà da divertirsi per la qualificazione. Quel che è certo che nulla è scontato e queste nazionali sono pronte a regalare delle vere e proprie battaglie.

GRUPPO G Gli acuti di Lewandowski e di Glik consegnano alla Polonia il primato del girone. I biancorossi faticano con la Lettonia ma riescono a passare. Contro le altre contendenti servirà sicuramente maggiore dinamismo e più imprevedibilità elementi nelle corde dei polacchi. Inciampa malamente la Slovenia con la Macedonia pareggiando 1 a 1 mentre nel pomeriggio vittoria essenziale di Israele che si impone 4 a 2 sull’Austria. Anche in questo caso nonostante il primato polacco (2 vittorie su 2), non sono affatto esclusi colpi di scena.

GRUPPO I Tutto secondo copione. Il Belgio fa il suo dovere e passa a Cipro 2 a 0: Hazard e Batshuay in meno di dieci minuti nella prima frazione risolvono la partita. La Russia invece cala il poker e batte 4 a 0 il Kazakistan. In evidenza il solito Cheryshev autore di una doppietta che quando veste russo si scatena. Dzyuba e l’autorete di Baysebekow chiudono i conti. Vittoria anche per la Scozia in trasferta che vince 2 a 0 la sfida con il San Marino.

 

 

error: Content is protected !!
P