News

Napoli, sconfitta indolore a Salisburgo: azzurri ai quarti di Europa League

Francesco Raiola
Vola ai quarti di finale di Europa League, non senza qualche difficoltà il Napoli, archiviando la pratica Salisburgo con il gol di Milik nel primo tempo, seppur rimontato dalle reti di Dabbur e Gulbrandsen e di Leitgeb nel recupero. Ma è una sconfitta indolore per Ancelotti, considerando anche l’emergenza totale in difesa, a cui si è aggiunto nella ripresa l’infortunio di Chiriches. Match che nonostante il rotondo risultato del San Paolo si annunciava non scontato e cosi è stato. Merito di un Salisburgo mai domo. Pioggia sulla Red Bull Arena gremita in ogni posto a sedere, con settore ospite con oltre 2000 napoletani, che accompagnano gli azzurri nella trasferta austriaca.  Ancelotti conferma le indiscrezioni della vigilia, confermando Meret tra i pali con le scelte obbligate in difesa di Luperto e Chiriches, con ai fianchi Hysaj e Mario Rui. Centrocampo titolare formato da Callejon,  Fabiàn Ruiz,  Allan e Zielinski, mentre in attacco Insigne vince in un primo momento il ballottaggio con Mertens accanto a Milik. Sorpresa però nel riscaldamento dove Insigne accusa un problema muscolare e al suo posto viene preferito il belga, con Lorenzo nemmeno in panchina. Cambia poco Rose il suo Salisburgo, confermando la difesa del San Paolo, inserendo a centrocampo Mwepu e l’ungherese Szoboslai, mentre in attacco accanto a Dabbour viene preferito il veloce giapponese Minamino. Austriaci che provano subito a pressare alto gli azzurri, ma il Napoli non si fa intimidire e prova subito a gestire il match per chiudere il discorso qualificazione ispirato da Zielinski che sembra in serata di grazia. E proprio dal polacco arriva l’assist per Mario Rui che con il suo cross dalla sinistra provoca una carambola in area che Milik risolve a volo di sinistro portando il Napoli già in vantaggio dopo nemmeno un quarto d’ora. Il gol sembra però scaricare gli azzurri e da un errore in appoggio di Allan il Salisburgo trova il pari dopo dieci minuti con Dabbur servito solo davanti a Meret da Szoboslai.
Il Calcio Napoli è offerto dal Ristorante Casina Casina, via Litoranea 23/b a Torre del Greco
Il gol subito scuote il Napoli che in un minuto sfiora di nuovo il vantaggio prima con Milik anticipato di un soffio da Ramalho davanti a Walke e poi con Fabiàn Ruiz che dalla distanza colpisce il palo. Ammoniti  anche Onguene per fallo su Mertens e Milik per fallo sullo stesso difensore camerunese.  Ci prova il Salisburgo nel finale di tempo con Minamino dalla distanza ma il tiro è impreciso. È l’ultima azione di un primo tempo con gli azzurri che hanno congelato il discorso qualificazione con la rete di Milik. Ripresa che inizia senza cambi per le due squadre, con il Salisburgo che prova attacchi veementi ma confusi. Ammonito anche Samassekou per fallo su Allan. Prova subito a cambiare Rose inserendo per Mwepu l’attaccante norvegese Gulbrandsen, arretrando Minamino a centrocampo. Ed è proprio il norvegese a trovare il vantaggio austriaco in scivolata su cross di Ulmer in anticipo su Mario Rui. A questo punto servirebbero comunque altri tre goal agli austriaci per il miracolo a venticinque minuti dalla fine. Si copre Ancelotti inserendo Diawara per Zielinski, rispose subito Rose sostituendo il bravo ungherese Szoboslai per Leitgeb, mezzala esperta. È assedio austriaco, ci prova Minamino dalla distanza ma Meret salva in angolo. Piove sul bagnato per Ancelotti: ad un quarto d’ora dalla fine si fa male Chiriches, probabile stiramento. Emergenza totale in difesa con Hysaj che passa al centro della difesa e Malcuit esterno destro. Prova a tenere botta il Napoli con Luperto, autore di un’ottima prova all’esordio europeo, e con Fabiàn Ruiz che alleggerisce gli attacchi austriaci. Ultimo cambio austriaco finale con l’altro norvegese Haländ per Minamino. Sfiora il terzo goal il Salisburgo con una girata volante di destro di Dabbur che di destro colpisce il palo con Meret battuto.  Pochi minuti finali per Younes che dà il cambio a Mertens. Nel recupero arriva il terzo goal del Salisburgo con Leitgeb sugli sviluppi di un calcio piazzato, che fa però infuriare Ancelotti. Match che vede cosi uscire sconfitto il Napoli dalla Red Bull Arena , ma con l’obiettivo della qualificazione raggiunto. Azzurri che cosi si proiettano al sorteggio di domani di Nyon dove si conoscerà l’avversario che dei quarti di finale l’11 e il 18 aprile.
error: Content is protected !!
P