News

Europa League. Domani Napoli-Salisburgo, Ancelotti: “Partita delicata ma non decisiva”

Francesco Raiola

Vigilia di Europa League a Napoli, con gli azzurri di Ancelotti che attendono al San Paolo per la gara di andata degl ottavi di finale il Salisburgo, semifinalista della scorsa edizione, avversario sicuramente più tosto dello Zurigo, incontrato nel turno precedente, assolutamente da nin sottovalutare. Europa League diventata a questo punto della stagione obiettivo numero uno del club di Aurelio De Laurentiis. Conferenza stampa di presentazione del match tenuta da Ancelotti e Zielinski, che ovviamente tiene alta la tensione in vista della partita di domani:”L’ambiente è molto sereno, concentrato come contro la Juventus.  È una partita importante,  delicata, ma la squadra è consapevole, sa quello che deve fare. Non è decisiva, ma può indirizzare la qualificazione. Il Saliburgo aggredisce, tieni ritmi altissimi,  saremo pronti”. L’Europa League stavolta è quasi come una Champions:”Il lotto delle concorrenti è molto competitivo, con squadre come Arsenal, Chelsea, Valencia, Siviglia, squadre esperte e di tradizione. Il livello è quasi paritario, ovviamente cambia il livello di attenzione dei media, ma per noi cambia poco. La coppa sta crescendo, basta vedere l’albo d’oro degli ultimi anni”. Sul rigore sbagliato da Insigne, Ancelotti minimizza:”Non ho parlato con Lorenzo, ma i rigori li sbaglia solo chi li tira. Lui si è preso la responsabilità e continuerà a prendersela. Dispiace per il risultato contro la Juve, ma a volta va al di là della prestazione. Dovremmo limare i piccoli errori che possono essere determinanti in questo doppio confronto”. Importante sarà domani il fattore campo:”Dobbiamo sfruttare il San Paolo,ma servirà intelligenza perché loro sono aggressivi in avanti, verticalizzano e sfruttano i contropiedi. Tutte caratteristiche da considerare,  giocando in casa abbiamo la necessità di comandare il gooco, ma facendo attenzione dietro per evitare sorprese”. Serenità espressa anche da Zielinski:”Il gruppo sta bene, si allena forte, sappiamo che è una gara importante, dobbiamo essere concentrati e non sottovalutarli. Io sto bene ma posso ancora crescere”. Sul prossimo rinnovo, Piotr è fiducioso:”Di questo si occupa il mio agente, ma io sto bene a Napoli, e volentieri resterei altri cinque anni per dare tutto per questa città. Posso sempre migliorarmi, magari sotto porta, provo sempre a farlo giorno dopo giorno. Peccato per i tanti pali presi, un mix di sfortuna e imprecisione. A volte la palla non vuole entrare, sono punti che ci mancano in classifica, ma dobbiamo continuare a creare occasioni”. Sugli episodi di Napoli-Juve interviene Ancelotti:”Il VAR così diventa soggettivo, mentre si dovrebbe dare obiettività e oggettività all’episodio. Le cose devono migliorare perché cosi si crea scompenso, ma resta uno strumento utile “. Un passaggio anche sulla clamorosa sconfitta del Real contro l’Ajax modello da paragonare al Napoli:”L’Ajax fa modello a sé. Cresce k giovani e poi li cede. Il Napoli prova sempre a tenerli. Per il Real forse è finito un ciclo. Ora si guardano le cose negative , ma bisogna anche guardarsi indietro e vedere le 4 Champions vinte”. Nessuna anticipazione di formazione per Ancelotti, che dovrebbe confermare Meret tra i pali, vista la squalifica contro il Sassuolo, in difesa a destra favorito Hysaj, ma non escluso Maksimovic a destra  , con Chiriches e Koulibaly centrali, mentre a sinistra favorito Mario Rui. Centrocampo titolare con Callejon e Zielinski esterni, con Allan e Fabiàn Ruiz centrali. In attacco favorito ancora Insigne su Mertens per far coppia con Milik.

Negli austriaci allenati dal tedesco Marco Rose, out il difensore Pograncic, la coppia centrale difensiva sarà composta dal camerunense Onguene e il brasiliano Ramalho, mentra sugli esterni agiranno l’ex obiettivo azzurro Lainer a destra, mentre a sinistra ci sarà il capitano Ulmer. Tra i pali in vantaggio l’esperto estremo difensore tedesco Walke. Centrocampo a tre composto dallo zambiano Mwepu, dal maliano Samassekou, stella della squadra, obiettivo della Roma, e Schlager. Come trequartista agirà il giovane talento austriaco , classe 99, Wolf, dietro le due punte, il nipponico Minamino e il centravanti della nazionale israeliana, già di proprietà del Siviglia, Moanes Dabour. Fischio di inizio alle ore 21, arbitro del match sarà il bielorusso Kulbakov. Designazione che ha lasciato perplessità, vista la scarsa esperienza internazionale del fischietto dell’Est Europa.
error: Content is protected !!
P