News

Champions. Tripletta Messi, il Barça asfalta il Psv

Daniele Orieti

Tris personale ad inaugurare la sua Champions League, tre segnali lanciati al “nemico” Cristiano Ronaldo prossimo all’esordio nella competizione con la maglia della Juventus. Non può che essere Lionel Messi il protagonista assoluto del debutto azulgrana al Camp Nou, teatro del 4-0 rifilato al PSV di Van Bommel. Da qui riparte l’eterna rivalità tra i due fuoriclasse, separati nella Liga eppure avversari più che mai nelle notti d’Europa. Tre gol di Messi e tre punti per Valverde nel match inaugurale del gruppo B, lo stesso di Inter e Tottenham. Risultato troppo severo per gli olandesi, prossimi avversari dell’Inter al Philips Stadion: ottima la condotta nel primo tempo spezzata solo da una magia di Leo su calcio piazzato, poi lo strapotere del Barcellona ha avuto la meglio nei secondi 45 minuti. Per le gerarchie del girone, manco a dirlo, davanti a tutti sembrano esserci proprio i campioni di Spagna. Il Psg regge mezz’ora. Linee strette e ripartenze pericolose, vedi la botta in controbalzo di Pereiro e soprattutto il destro di Bergwijn che sfiora il palo di ter Stegen. Ma a sbloccare la sfida è Messi: Viergever stende Dembélé in fuga per vie centrali, calcio piazzato inevitabilmente affidato al cinque volte Pallone d’Oro. Il sinistro è magistrale, palla che scavalca la barriera e non lascia scampo a Zoet: 101° gol in Champions. È la serata di Messi che, non a caso, va a guadagnarsi anche la prima chance della ripresa: bravo ad aggiustarsi il tiro, meno ad angolare la conclusione trovando la risposta di Zoet. A differenza dei primi 45’, il dominio del Barça è ribadito dalle occasioni in rapida serie per Coutinho (destro a giro parato da Zoet) e da una nuova punizione calciata da Messi, stavolta imprecisa. A Van Bommel restano le ripartenze vanificate da Hendrix e Lozano, precisione relativa anche per Suarez che s’arrende alla traversa al 68’. Chi mette la freccia è piuttosto Dembélé, autore dello splendido 2-0 con un destro a giro che certifica l’ottimo momento di forma del 21enne francese (5 centri in stagione). Meglio di lui c’è solo il cinque volte Pallone d’Oro, eroe al Camp Nou che ringrazia Rakitic e Suarez realizzando il tris personale: splendida la combinazione nello stretto con il croato, preciso il piattone sul palo lontano a gratificare l’intuizione del Pistolero. Gol in Champions che diventano 103, bilancio stagionale ritoccato a 7 reti in 6 gare per lo scatenato argentino. Poco cambia per l’espulsione di Umtiti al 79’ (doppio giallo), difensore che non ci sarà nella trasferta londinese contro il Tottenham. Il PSV rappresenta invece il prossimo esame dell’Inter di Spalletti, avversario più temibile rispetto al severo 4-0 incassato al Camp Nou.

error: Content is protected !!
P