News

Domani Samp-Napoli. Gattuso: “Non siamo guariti, guai a fermarci adesso”

Francesco Raiola

NAPOLI Monday night al Marassi domani sera fra Sampdoria e Napoli. Azzurri a caccia della terza vittoria di fila tra Coppa Italia e campionato, dopo i successi contro Lazio e Juventus. Continuità fondamentale per Gattuso a caccia di punti per ritornare in zona Europa, approfittando anche degli stop di sabato di Cagliari, Parma e Roma e quelli di oggi di Milan e Atalanta. Ritorni importanti in casa Napoli con Maksimovic, Koulibaly e Mertens di nuovo disponibili dopo quasi 2 mesi. Out invece Fabiàn Ruiz alle prese in settimana con influenza di stagione. Cerca di tenere alta l’attenzione Gattuso che in conferenza stampa a Castelvolturno non sottovaluta la Sampdoria: “Sarà difficile domani. La Sampdoria da quando c’è Ranieri subisce pochi gol. È un allenatore marpione che può incartarci. Ma dobbiamo vincere: per la prima volta ho detto ai miei di guardare la classifica che può farsi interessante se vinciamo. Dobbiamo avere il veleno dentro e voglia di soffrire. Dobbiamo arrivare ai 30 punti”. Sul mercato: “Sono molto contento e come ha detto De Laurentiis ho voluto la bicicletta e ora pedalo”. Sugli infortuni: “Fabiàn ha la febbre da quattro giorni, anche Demme non è stato bene  e partirà da solo. Koulibaly e Allan sono recuperati, ma chi è al 100 per cento è solo Maksimovic”. La fiducia per la squadra è in crescendo: “Si, ma non mi fido. Ci vogliono mesi e anni per fidarsi di tutti. Finalmente vedo entusiasmo ma non bisogna sottovalutare. Bisogna stare attenti alla Sampdoria non dandogli campo, non farli crossare perché sono sempre pericolosi”. Una squadra che inizia a calarsi nella nuova realtà: “La squadra ha capito come voglio giocare. Molti di loro lo hanno fatto per tre anni, dobbiamo continuare a credere in quello che facciamo, anche se con Sarri si giocava più sugli esterni, mentre noi cerchiamo più le imbucate”. Indicazioni di voto anche per la panchina d’oro:”Voterò Mihajlovic. Non per la malattia, ma per quello che ha fatto lo scorso anno con il Bologna e la forza”. Negli ultimi tempi molto spazio si è ritagliato Hysaj: “Lui è da 7-8 anni che gioca in quel ruolo e con quel metodo.  È preparato e ci sta dando una grande mano”. Nelle prossime gare, Napoli favorito sulla carta: “Mi viene da ridere. Se non ci sei con la testa puoi perdere anche con la Primavera. Ogni gara è difficile, pensiamo domani alla Sampdoria”. Giudizio finale sul mercato del Napoli:” Bisogna fare i complimenti alla società per il denaro investito, sono contento e ringrazio il Presidente. Noi dobbiamo pensare solo a noi, non agli altri, e continuare con lo stesso spirito visto contro Juventus e Lazio”.

Nella probabile formazione di domani, ballottaggio Ospina-Meret con il colombiano in vantaggio, torna a destra Di Lorenzo, con Maksimovic e Manolas coppia centrale e Mario Rui a completare la linea difensiva. A centrocampo se Demme non dovesse recuperare, Lobotka centrale, con Allan e Zielinski mezzali. In attacco esterni Insigne e Callejon in vantaggio su Politano, anche lui febbricitante, mentre non è da escludere il ritorno da titolare di Mertens al posto di Milik.
Modulo classico per Ranieri, con Audero tra i pali  Thorsby e Murru esterni, il fresco ex Tonelli e Colley centrali.  A centrocampo Ramirez e Linetty con Vieira ed Ekdal in mediana. Coppia di attacco formata da altri due ex, Quagliarella e Gabbiadini.
Arbitro del match sarà il sig. La Penna di Roma. Fischio di inizio alla ore 20.45.
error: Content is protected !!
P