News

Mondiali donne. L’Italia sconfitta dal Brasile, ma agli ottavi da prima

L’Italia chiude con una sconfitta indolore il proprio cammino nel girone C. Le ragazze di Bertolini cedono per 1-0 al Brasile a Valenciennes ma avanzano infatti agli ottavi di finale con il primo posto in classifica grazie alla miglior differenza reti rispetto all’Australia (seconda dopo il 4-1 rifilato alla Giamaica) e alle verdeoro. Decisivo il rigore trasformato da Marta al 29′ della ripresa. Dopo i successi nelle precedenti giornate, chance dal 1’ per la milanista Valentina Giacinti in attacco al fianco di Girelli e Bonansea. Ed è proprio quest’ultima a costruire la prima occasione della partita al 4’ con una conclusione che viene deviata da Barbara. Il Brasile colleziona corner ma al 17’ un miracolo di Giuliani impedisce a Debinha di firmare il gol con una deviazione di tacco sottomisura. La partita resta godibile ed equilibrata e al 29’ l’Italia si vede annullare giustamente una rete a Girelli per fuorigioco dopo la sponda di testa di Galli. L’ultimo squillo del primo tempo è ancora di Bonansea: al 40’ la centravanti azzurra ci prova ma Barbara si oppone con un riflesso, tenendo inchiodato il risultato sullo 0-0.
Al 52’ il Brasile ci riprova su calcio di punizione: Andressinha scavalca la barriera e fa tremare la traversa, quattro minuti più tardi è invece Katheleen a svettare più in alto di tutte e a sfiorare il palo più lontano. Alla metà della ripresa i due ct decidono di muovere la panchina: dentro Bergamaschi per Giacinti, Vadao risponde cambiando una spenta Cristiane con Beatriz che impiega pochi secondi per mettere paura all’Italia ma la sua deviazione volante al 66’ sfila a lato di poco. L’episodio che sblocca alla partita arriva al 72’: l’arbitro Venegas Montes punisce una spallata di Linari su Debinha in area probabilmente con troppa severità e dal dischetto Marta non sbaglia portando il Brasile in vantaggio. L’Italia decide di non forzare in attacco e concedere pochi spazi nella propria metà campo, mantenendo un risultato comunque fondamentale per chiudere il proprio girone in testa: le azzurre, in attesa di conoscere il nome delle proprie avversarie, torneranno dunque in campo il prossimo 25 giugno a Montpellier.

error: Content is protected !!
P