News

Io tifo Juve. “Salviamo il calcio e liberiamoci dall’umana idiozia ultras”

Enzo Di Maio *

Ho vissuto di calcio e ringrazio il buon Dio per avermi dato questa possibilità, sono stato fortunato. Quello che non ho mai accettato di questo spaccato di mondo e chi cerca di ucciderlo dando sfogo alla propria idiozia. Ciò che è accaduto durante Inter-Napoli purtroppo non è’ un caso isolato, ieri si è’ raggiunto magari un azimut dell’umana idiozia ma accade spesso e credo sia necessario intervenire con estrema durezza per debellare questo cancro. Un morto, quattro accoltellati gravi, numerosi feriti, cori razzisti verso un calciatore di colore indegni di una nazione civile. Tutto ciò va fermato, questi così detti “ultras” vanno fermati. Il calcio deve tornare ad essere quello che era una volta, una occasione aggregativa dove si va ad assistere ad una gara di quello che ancora è il gioco più bello del mondo portando con se i propri bambini che di questo sport né diverranno  in un prossimo futuro in parte attori principali in campo e in parte sostenitori fuori. C’è bisogno urgente di una grande ripulita e bisogna farlo in fretta.
Chi va allo stadio portando con se occultando per poi servirsene coltelli e atti oggetti atti ad offendere va messo il in galera e anche a lungo. Se si offende la dignità di un calciatore, di un uomo, per il colore della pelle durante la partita questa va fermata e una volta ripresa, in caso di reiterazione, sospesa definitivamente  con conseguente perdita della stessa. Ieri ci è scappato il morto, probabilmente si va verso una chiusura della curva ultras ma non basterà. Vanno proprio eliminati gli “ultras” da ogni campo di gioco. Il tifo deve tornare tifo e tifare vuol dire incitare e gioire quando la squadra segna un gol, quando vince, anche andar via con una lacrimuccia nascosta quando si perde ma mai violenza, la violenza è l’arma degli sconfitti dalla vita, di quelli che nella vita saranno sempre gli ultimi.

* direttore sportivo, tifoso Juventus

error: Content is protected !!
P