News

Mancini difende gli azzurri: “Questione di condizione, bravi a recuperare la partita”

Massimo Ciccognani

BOLOGNA Poteva andare meglio, ma Roberto Mancini difende l’Italia. “Nel primo tempo abbiamo commesso qualche errore tecnico, non dobbiamo farlo: ma poi nel secondo tempo i ragazzi sono stati bravissimi. Balotelli? Mario deve trovare la condizione”. Già, ripresa migliore, soprattutto grazie all’ingresso di Federico Chiesa che ha dato profondità e strappi importanti, oltre a procurarsi il calcio di rigore che è valso il pari. “Federico ha caratteristiche che gli altri non hanno, lo strappo sulla corsa lunga… è giovane, ma piano piano farà meglio. Come lui tutti sono ragazzi su cui puntare e stasera nel secondo tempo sono stati bravissimi”. Domande a raffica su Balotelli cui Mancini non si sottrae. “Ha avuto un piccolo problema stamani, probabilmente si è affaticato andando in là con la partita. Lo richiamavo perché se la palla andava sul lato destro della Polonia doveva attaccare lo spazio. Mario non è al massimo della condizione, sapevamo potesse giocare 50 minuti. Fischi? Fanno parte del gioco. Sono deluso perché non abbiamo vinto. In Portogallo sicuramente faremo dei cambi, ma ripartiamo dal secondo tempo. Dovremo trovare un risultato più importante”. In mix zone arriva Bonucci, stasera 81 presenze in azzurro come Baresi, Bergomi e Tardelli. “Abbiamo commesso errori – ha dichiarato il difensore della Juve – ma nel secondo tempo abbiamo dimostrato la voglia di riprendere la partita. Ora lunedì a Lisbona non abbiamo margini di errore. Meglio affrontare il Portogallo senza Ronaldo. Cristiano è fortissimo, ma la sua assenza non ci deve ingannare: il Portogallo è comunque un’ottima squadra, sono i campioni d’Europa in carica e avremo il massimo rispetto”. Decisivo nel primo tempo Donnarumma con due interventi che hanno salvato risultato e partita. “Non siamo andati male anche se abbiamo sbagliato qualche disimpegno di troppo nel primo tempo. Però siamo stati bravi a recuperarla. Ora c’è un’altra grande partita in Portogallo e cerchiamo di far bene. Dobbiamo migliorare, serve un po’ di pazienza. Dobbiamo lavorare tanto per arrivare ad alti livelli ma siamo sulla strada giusta”. Jorginho festeggia il primo gol in azzurro. “Non siamo riusciti a trovare le linee di passaggio, a dare ritmo alle nostre giocate. Io personalmente ho sbagliato parecchio. Ci vuole tempo, è poco che giochiamo insieme. Io sono fiducioso perchè vedo una squadra che cerca di giocare a calcio. Credo che questo sia importante, siamo sulla strada giusta”.

 

 

 

 

 

error: Content is protected !!
P