News

Ronaldo si presenta: “Juve sfida intrigante. Ho fame di vittorie”

Si è aperto un nuovo capitolo della storia della Juventus e della nostra serie A: l’era di Cristiano Ronaldo. Una giornata intensa e ricca di emozioni quella di CR7 iniziata questa mattina quando il campione portoghese è arrivato al J Medical per sottoporsi alle visite mediche. Proprio nel piazzale prima di entrare nella struttura, c’è stato il primo saluto ai circa 1500 tifosi presenti che hanno intonato cori facendo la prima richiesta al fuoriclasse portoghese: “Portaci la Champions”. Un’atmosfera magnifica, unica, calda e meravigliosa ha accolto CR7 che dopo le visite mediche ha pranzato nel J Medical. Il portoghese si è rivisto alle 15.45 quando ha raggiunto alla Continassa, quartier generale della Juventus, la dirigenza bianconera per incontrare Allegri ed i suoi nuovi compagni di squadra.  Entusiasmo era alle stelle. Il primo giocatore a scattarsi una foto con CR7 è stato Miralem Pjanic. Dopo l’incontro con Cancelo, con Allegri, staff ed alcuni giovani della primavera, c’è stato il bellissimo e simbolico abbraccio con il nuovo capitano bianconero Giorgio Chiellini, avversario di tanti duelli. Nel primo approccio con Allegri, Ronaldo ha subito messo in chiaro rendendosi protagonista in un simpatico siparietto con il tecnico: “Sto bene, sono pronto per giocare”. Poi l’attesissima conferenza stampa. All’evento svoltosi nella sala dedicata a Gianni ed Umberto Agnelli dell’Allianz Stadium, erano presenti più di 300 giornalisti provenienti da tutto il globo. Dato che fa capire la dimensione dell’atleta e del miglior giocatore al mondo. “E’ stata una decisione facile che ho preso da tempo – si presenta CR7 -, la Juve è uno dei migliori club al mondo, la migliore squadra italiana con un grande presidente ed un grande allenatore. La Juventus è un passo avanti, mi ha dato un’eccellente opportunità capace di valorizzare la mia persona. Voglio portare la Juve ad un livello ancora più alto e dare le risposte sul campo che  è quello che so fare meglio. Sono una persona a cui piace pensare al presente, sono ancora molto giovane e mi sono sempre piaciute le sfide. La mia è stata una carriera da sogno sia a livello collettivo che individuale, sono tranquillo e molto fiducioso. Quella con il Real Madrid è stata una storia brillante, ringrazio i fan ma ora devo dedicarmi a questa nuova tappa della mia vita. Non vedo l’ora di giocare, voglio dimostrare agli italiani che sono un giocatore top. Non mi piace rimanere nella mia zona di comfort, voglio lasciare un segno nella storia della Juve”. Quanto ha influito la standing ovation dei tifosi bianconeri allo Stadium dopo il gol in rovesciata? “E’ stato un momento speciale per me, voglio ringraziarli per il modo in cui mi hanno accolto”. Cristiano è intervenuto anche sul nostro campionato e sul sogno Champions: “La Serie A è un campionato molto difficile e tattico, so che sarà difficile ma la mia carriera non è mai stata facile. Sono fiducioso nel mio calcio, nei miei compagni e nella Juventus. Sono tranquillo, speriamo in un po’ di fortuna, lavorerò per raggiungere importanti traguardi e per continuare ad essere il migliore. La Champions è trofeo che tutti vogliono conquistare, spero di poter aiutare la Juventus che è arrivata molto vicino negli ultimi anni. Vedremo cosa succederà”. Ha poi proseguito: “La Juventus è stata l’unica squadra che ha presentato un’offerta (ridendo). Inizierò ad allenarmi il 30 luglio, voglio debuttare nella prima partita in Serie A. Voglio sempre essere un esempio dentro e fuori dal campo”. Cristiano ha anche riservato un commento al suo ex allenatore Carlo Ancelotti: “Quando ci incontreremo ognuno vorrà vincere, ma lo porterò sempre nel cuore è stato fondamentale per me”.  Sulla Nazionale: “Darò sempre il meglio per il mio paese,  se ci sarà la possibilità di aiutare il Portogallo lo farò”. Ha poi concluso: “Tutti hanno sempre parlato della rivalità con Messi, ma non è nella mia etica paragonarmi con altri calciatori. Ognuno difende i suoi colori, ovviamente tutti vogliono vincere. Mi sento pronto, l’età non conta io sto bene e non vedo l’ora di iniziare”.  Il giocatore più forte al mondo darà lustro al nostro campionato. L’auspicio è quello di tornare ai livelli di una volta per quanto riguarda la competitività e l’arrivo di fuoriclasse in Italia. Un’ultima considerazione. Cristiano Ronaldo è un meraviglioso e stupendo spot per il calcio che unisce gli amanti del calcio. Benvenuto CR7.

 

error: Il contenuto è protetto !!
P