News

Il Belgio vede i quarti, ma attento al Giappone

Francesco Raiola

Domani sera alle 20 alla Rostov Arena va in campo l’ottavo di finale che sulla carta vede il pronostico più sbilanciato a favore di una delle due squadre, il Belgio di Martinez contro il Giappone di Nishino, che ha chiuso al secondo posto il suo girone, eliminando il Senegal, per i minori cartellini gialli comminati, caso unico nella storia dei Mondiali di Calcio dal 1930. Il Belgio ha invece superato a pieni voti il girone vincendo con pieno merito le tre gare con Panama, Tunisia e Inghilterra, smentendo anche chi pensasse che contro gli inglesi si sarebbero risparmiati per finire nella parte destra del tabellone degli ottavi che prevede incroci più semplici, ovviamente sempre sulla carta. I precedenti tra le due Nazionali, a sorpresa, vedono i nipponici avanti con tre vittorie su quattro: ultimo precedente a novembre 2017, con il Belgio avanti per 1-0 con gol di Lukaku.
Per Martinez, dopo il turn over massiccio attuato contro l’Inghilterra, ritorno agli undici titolari che hanno battuto Panama e Tunisia. Confermato in porta Courtois, difesa a tre con Alderweild, Vertonghen e unico dubbio tra il giocatore del Celtic Glasgow Boyata e Kompany. A centrocampo esterni Meunier e Carrasco, mentre centrali agiranno la stella del Manchester City De Bruyne e Witsel. Tridente delle meraviglie con Hazard, Mertens e Lukaku. Più dubbi di formazione potrebbe averli il giappone Nishino. Dopo la brutta sconfitta con la Polonia, potrebbe tornare alla formazione che ha impattato 2-2 con il Senegal, con il 4-2-3-1, con Kawashima a difendere i pali, terzini Nagatomo e Sakai, centrali difensivi Shoji e Yoshida. Cerniera di centrocampo composta dal talentuoso Shibasaki e Hasebe. Fronte offensivo composto dal centravanti Osako, con i trequartisti Haraguchi, Kagawa e lo sguisciante Inui, in gol contro il Senegal. Le squadre scenderanno in campo già conoscendo la rivale del prossimo quarto di finale , che scaturirà dal match delle 16 fra Brasile e Messico. Arbitro della garà sarà il senegalese Malang Diedhiou, alla terza partita di questo Mondiale, dopo Costarica-Serbia ed Uruguay-Russia.

error: Content is protected !!
P