News

Gruppo H. Il Belgio si prende il primato e l’Inghilterra ringrazia

Francesco Raiola
Le previsioni più maliziose prevedevano che Inghilterra e Belgio si sarebbero scansate a vicenda o che avrebbero giocato a perdere per finire nella parte destra del tabellone. E per un tempo sembrava così, poi è prevalso il Belgio con la sua qualità e grazie ad un capolavoro di Januzaj, batte l’Inghilterra e chiude il girone a punteggio pieno.  Si chiude la prima fase del Mondiale con le due ultime partite del girone H. A Kalingrad si decide la capolista del girone che andrà a sfidare il Giappone agli ottavi tra Inghilterra e Belgio. La seconda classificata incontrerà la Colombia,  nella parte meno difficile del tabellone. Ampio turnover per entrambe le formazioni: Southgate conferma Pickford in porta, con Jones, Stones e Cahill in difesa.  Esterni sulle fasce sulla destra Arnold-Trent e Rose a sinistra.  A centrocampo Loftus-Cheek, Dier e Delph. In avanti riposo per Kane, con Rashford e Vardy titolari. Molti cambi anche per Martinez: in porta Courtois, in difesa Vermaelen, Boyata e Dendocker. A centrocampo Thorgan Hazard, Dembelè,  Fellaini e Chadli, in attacco Tielemans, Batsuahyi e Januzaj. Partita che inizia subito a piccole fiammate; prima Vardy con una bella iniziativa sulla destra si rende pericoloso e poi pochi minuti dopo è Tielemans con una bella conclusione dalla distanza che impegna Pickford.  Squadre che cercano di dosare anche le energie in vista dei prossimi impegni e le occasioni nei primi minuti latitano.  La prima vera azione da goal arriva prima della mezz’ora sugli sviluppi di un corner con Fellaini il cui tiro è rimpallato da Arnold-Trent sulla traiettoria prima di Pickford. Ammoniti nel Belgio prima Tielemans al 19′ per fallo su Delph e poi Dendocker al 32′ per un brutto fallo su Rose.  Primo tempo anonimo fra i più brutti di questo Mondiale, insieme a quello di Francia-Danimarca , senza neanche un minuto di recupero.  Primo cambio nell’intervallo per gli inglesi: fuori Stones dentro Maguire. Nella ripresa ci prova subito Rashford al 48′ , ma il suo tiro a giro termina a lato. Partita che sembra più vivace rispetto al primo temlo e infatti al 50′ arriva il vantaggio del Belgio. È un’invenzione di Januzaj che, ricevuto il pallone da Tielemans dall’estremità destra dell’area di rigore,   ubriaca con due finte Rose e con uno splendido tiro a giro di sinistra infila il pallone nel sette per il vantaggio dei Diavoli Rossi. È un capolavoro del giocatore della Real Sociedad. Prova a reagire l’Inghilterra,  ma non riesce ad impensierire seriamente Courtois.  L’occasione clamorosa per gli inglesi arriva al 65′, quando Vardy e Rashford combinano un triangolo perfetto che porta il centravanti del Manchester solo davanti a Courtois che sfiora con le dita e manda la palla in corner. Primo cambio nel Belgio al 75′ con Kompany al posto di Vermaelen. Prova anche Southgate a velocizzare la manovra inserendo Wellbeck al posto di Alexander-Arnold Trent, con Rashford che si sposta sulla destra, mentre il giocatore dell’Arsenal va a fare la punta centrale.  Rashford ci prova su calcio piazzato all’81 , ma il tiro è di poco alto sulla traversa, con Courtois comunque sulla traiettoria.  Più vicino al gol Wellbeck sugli sviluppi di un corner che prova a botta sicura dopo un rimpallo ma Fellaini salva. All’86’ esce tra gli applausi l’autore del goal Januzaj, al suo posto entra Dries “Ciro” Mertens.  Ed è proprio il centravanti del Napoli che chiude con una grandissima conclusione di destro da fuori area una splendida azione di contropiede del Belgio con Pickford che che in tuffo para. Altra occasionissima nel recupero per Fellaini sempre in contropiede,  servito da Hazard,  ma la sua conclusione si spegne sull’esterno della rete. È l’ultima occasione del match, che si chiude con la vittoria dei Diavoli Rossi che così se la vedranno col Giappone negli ottavi di finale,  mentre l’Inghilterra se la giocherà contro la Colombia di Falcao e Cuadrado.
error: Content is protected !!
P