News

Gruppo D. Svizzera, un passo ed è qualificazione

Francesco Raiola

Ultima giornata della fase a gironi per decidere la composizione del tabellone di Russia 2018 anche per il gruppo D. Alle 20 a Niznij Novgorod scendono in campo la Svizzera e il Costarica,  già eliminato, in contemporanea con l’altra sfida del girone Brasile-Serbia. Ad un passo dalla qualificazione invece la Svizzera di Petkovic che ha ben figurato con un pareggio anche prestigioso contro i pentacampeao brasiliani, con il gol di Zuber che ha replicato alla prodezza di Coutinho, e poi battuto con merito in rimonta per 2-1 la Serbia di Milinkovic-Savic, con i gol di Shaqiri e Xhaka, caratterizzati dall’esultanza nazionalista ( mimata aquila albanesw, simbolo del Kosovo) che ha urtato notevolmente i serbi. La nazionale elvetica è a quattro punti in classifica a pari merito con il Brasile. In caso di vittoria o di pareggio con Costarica,  la Svizzera sarebbe automaticamente qualificata agli ottavi senza dipendere dal risultato di Brasile-Serbia. Anche il pareggio sarà sufficiente considerando che l’altro scontro diretto permetterebbe solo ad una delle due squadre di superare o al massimo raggiungere i rossocrociati a quota 5. In caso di sconfitta a sorpresa degli elvetici,  Petkovic dovrebbe sperare nella vittoria del Brasile contro la Serbia.  Poca roba è stata invece Costarica in questo Mondiale. Deludente il cammino, soprattutto se rapportato allo splendido percorso di Brasile 2014, quando si arrese solo ai calci di rigore nei quarti di finale contro l’Olanda. Score di Russia 2018 caratterizzato finora da due sconfitte consecutive contro la Serbia con la magia di Kolarov su punizione e poi la sconfitta nel finale con i due gol di Coutinho e Neymar contro il Brasile. Non cambia la Svizzera la formazione dopo le due belle prestazioni.  Undici base confermato da Petkovic con il suo 4-2-3-1: Sommer, Lichtsteiner,  Schar, Akanij, Behrami, Xhaka, Shaqiri,  Dzemaili,  Zuber, Seferovic. Per il Costarica di Ramirez solita difesa a 3, con modulo difensivo con i due esterni di centrocampo bassi. In porta la stella della Nazionale,  il portiere del Real Madrid,  Keylor Navas. I tre centrali saranno Duarte dell’Espanyol, Acosta che gioca in Colombia nel Rionegro Aguilas e il bolognese Gonzalez. Esterni di centrocampo Gamboa del Celtic Glasgow e Venegas,che gioca in patria nel Saprissa. A centrocampo i tre saranno Borges del Deportivo La Coruna, Oviedo del Sunderland e Guzman, che gioca negli USA con il Portland. Unica punta sarà il centravanti dei Los Angeles FC , Urena. Arbitro della gara sarà il francese Clement Turpin.

error: Content is protected !!
P