News

Gruppo C. Portogallo secondo: con l’Iran è 1-1. Ma che errore Ronaldo dal dischetto

Francesco Raiola
Emozioni che solo il calcio può dare con una girandola di eventi che qualificano Portogallo e Spagna ai danni dell’Iran, che si batte con onore e sfiora una qualificazione clamorosa al 94′ con l’errore di Taremi solo davanti a Rui Patricio, dopo il pareggio ottenuto su rigore al 92′. Serata incredibile contraddistinta in negativo stavolta da Cristiano Ronaldo che sciupa il rigore xel 2-0 e rischia l’espulsione per un colpo ai danni di Pouraliganji.  Ma il Mondiale di CR7 va avanti, mentre il coraggioso Iran di Queiroz si ferma qui tra lacrime ed applausi. Crocevia fondamentale a Saransk nel gruppo B con la sfida decisiva tra l’Iran di Quieroz e il Portogallo di Ronaldo, a cui basta anche un pari per passare il turno, da prima o da seconda,  in attesa di capire cosa succede nell’altro match del girone tra Marocco e Spagna. Rivoluziona la formazione lusitana Fernando Santos che cambia diversi elementi nell’undici iniziale. Dentro Joao Mario al posto di Bruno Fernandes, Adrien Silva del Leicester al posto di Moutinho e Ricardo Quaresma al posto di Bernardo Silva.  In avanti accanto a CR7 , chance per il milanista André Silva.  Nell’Iran di Queiroz unica novità la presenza del bomber dell’AZ Alkmaar Jahanbakhsh al posto di Shojaei per un modulo sulla carta più offensivo, in appoggio ad Azmoun unica punta.  Pronti via ed è subito il Portogallo a rendersi pericoloso , ovviamente con Cristiano Ronaldo che penetra dalla sinistra ed entrato in area prova la conclusione che Beiranvad salva in due tempi. Replica l’Iran al 7 in contropiede con Jahanbakhsh sulla destra che serve l’accorrente Amiri che spreca con un tiro completamente sballato. Due minuti e l’Iran rischia il patatrac,  si scontrano in uscita Beiranvad e Pouraliganji , la palla finisce a Joao Mario che conclude da fuori area con porta sguarnita completamente fuori misura tirando alto. Passano pochi minuti e ancora Beiravand fa tremare i tifosi iraniani,  con un’altra uscita a farfalla, ma la difesa riesce a salvare in angolo. Fase centrale del primo tempo con i portoghesi che cercano di alzare i ritmi, ma la muraglia iraniana blocca subito la manovra ragionata dei lusitani, con Ronaldo che non riesce ad entrare in partita. L’Iran non disdegna azioni di attacco sempre in contropiede e proprio in una di queste circostanze al 32′ Jahanbakhsh costringe Guerriero al fallo in scivolata con l’arbitro che ammonisce  il terzino lusitano.  Sul susseguente calcio piazzato colpo di testa in area di Ezatolahi che stacca pericolosamente ma la conclusione è centrale tra le mani di Rui Patricio. Ci prova solo dalla distanza Ronaldo con un gran tiro ma l conclusione è centrale. Ma nel finale di tempo al 44′ arriva la prodezza di Quaresma, che avanza dalla destra,  si accentra, triangola e inventa la sua classica trivela che si infila nel sette alle spalle di un Beiranvad non del tutto incolpevole, che porta momentaneamente il Portogallo in vetta al girone, approfittando del pareggio tra Spagna e Marocco.  Secondo tempo che inizi subito con il Portogallo che prova a chiudere il match: Ronaldo entra in area supera un avversario ma Ezatolahi la placca con l’anca. L’arbitro fa proseguire ma Irrati dalla VAR lo ferma e invita il fischietto paraguaiano a controllare al monitor. Caceres, dopo il check,  cambia idea e decreta il calcio di rigore. Va sul dischetto CR7 , che però si fa ipnotizzare da Beiranvad che addirittura blocca il tiro dal dischetto.  Nel frattempo ammonito per proteste Hajsafi. Palla al centro e subito brutto fallo di Azmoun a centrocampo che viene anch’egli ammonito. Partita che si infiamma con l’Iran che inizia a crederci.  Al 55′ cambio per Quieroz che cambia la fascia sinistra difensiva : fuori Hajsafi dentro Mohamadi. Al 57′ è Pepe che salva il Portogallo: incursone di Jahanbakhsh che mette al centro per Azmoun,  ma Pepe salva in corner anticipando di un soffio il centravanti iraniano.  Al 64′  giallo per Quaresma per fallo su Ezatolahi. Squillo di Ronaldo al 66′ con un bello spunto dalla sinistra e conclusione di destro che si spegne fuori non lontana dal palo. Al 69′ fuori il goleador di giornata Quaresma  per Bernardo Silva. Risponde Queiroz con l’attempato centravanti trentacinquenne di origini svedesi Ghoddos al posto di Jahanbakhsh. E proprio Ghoddos che i presenta due minuti dopo con una bella conclusione di destro che sfiora il palo alla destra di Rui Patricio.  Al 75′ ancora l’Iran protesta per in fallo di William Carvalho su Taremi con Queiroz che reclama l’uso del VAR, ma lo strumento tecnologico non interviene e Caceres riprende il tecnico iraniano.  Ma l’Iran ci crede e Queiroz rischia il tutto per tutto sostituendo Ezatolahi con la mezzapunta Ansarifard. All’80 possibile svolta del match e del Mondiale  : Caceres va al Var per colpo di Ronaldo a Pouraliganji  che crolla a terra. Il colpo c’è e l’arbitro lo grazia: solo giallo per CR7 che ha rischiato clamorosamente di essere buttato fuori a dieci minuti dalla fine in una partita con la qualificazione in tasca. All’84 fuori Joao Mario ancora una volta deludente ,  dentro Moutinho e contemporaneamente arriva la notizia del nuovo vantaggio marocchino ai danni della Spagna che galvanizza l’Iran. All’89 palpitazioni ancora :  nuovo check VAR per Caceres con Cedric che tocca con il braccio su colpo di testa di Ansarifard tra le proteste degli iraniani. Dopo quasi un minuto l’arbitro si reca al monitor invitato da Irrati e dopo la revisione delle immagini viene decretato il penalty per l’Iran. Dal dischetto va lo stesso Ansarifard che insacca per il pareggio al 92′ , ma la gioia degli iraniani viene smorzata dal contemporaneo pareggio della Spagna per il 2-2 con il Marocco. Ma al 94′ clamorosa occasione per Taremi per l’incredibile 2-3 che dopo un rimpallo si trova da solo davanti a Rui Patricio ma la sua conclusione si spegne sull’esterno della rete. Ultimo cambio al 95′ per il Portogallo con la sostituzione di André Silva, anche lui tra i peggiori , per Gonzalo Guedes, con il recupero che si allunga ancora. L’Iran prova l’assedio finale che lo porterebbe agli ottavi di finale con il Portogallo clamorosamente fuori. Ultimi minuti da cardiopalma che il Portogallo gestisce con qualche affanno,  ma non subendo più azioni pericolose e dopo oltre 8 minuti di recupero Caceres fischia il finale. A causa del pareggio 2-2 tra Spagna e Marocco, per i maggiori gol fatti dagli iberici,  saranno proprio quest’ultimi da primi del girone ad affrontare la Russia a Mosca sabato prossimo, mentre il Portogallo se la vedrà in un match che si preannuncia stellare con l’Uruguay di Cavani e Suarez.  Nota di merito per l’Iran che conferma i progressi del movimento calcistico persiano gia evidenziati quattro anni fa in Brasile , sfiorando una qualificazione clamorosa ai danni del Portogallo di un Ronaldo in serata davvero negativa, da peggiore in campo insieme ad Andre Silva e Joao Mario.
error: Content is protected !!
P