News

Al Mapei c’è Sassuolo-Napoli: Azzurri per mettere pressione alla Juve, emiliani per stupire ancora

Francesco Raiola

NAPOLI Torna la Serie A dopo la pausa dovuta alle amichevoli della Nazionale in terra inglese e riprende il duello scudetto tra Napoli e Juventus. Scenderà prima in campo (dopo 8 partite consecutive dove era accaduto sempre il contrario) , la squadra di Sarri alle ore 18 al Mapei Stadium di Reggio Emilia contro il Sassuolo di Beppe Iachini, con il Napoli che proverà , qualora dovesse fare bottino pieno, a riprendere per poche ore il primo posto della Serie A, considerando la sfida serale di Torino tra Juventus e Milan. Sfida cruciale per gli uomini di Sarri, che si troverà a fare i conti con diversi giocatori tornati malconci dagli impegni internazionali come Hysaj, o ancora in recupero come Marek Hamsik, operato alle tonsille e reduce dal piccolo infortunio muscolare contro il Genoa, quando fu sostituito dopo appena 20 minuti di gioco. Minutaggio importante anche per i due azzurri, Insigne e Jorginho, per i quali Di Biagio non ha risparmiato neanche un minuto nelle due sfide contro Argentina e Inghilterra.  In ogni caso, Maurizio Sarri sembra intenzionato a schierare sempre i titolarissimi, con i dubbi Hysaj e Hamsik, con Maggio e Zielinski ( in gol con la Polonia) , pronti eventualmente dal primo minuto. Vero e proprio esodo partenopeo verso l’Emilia. Settore ospite del Mapei completamente esaurito con i 6.000 biglietti andati a ruba in poche ore. Ma tutto lo stadio di Reggio Emilia sarà in pratica azzurro, con i tifosi napoletani che arriveranno da tutto il Nord Italia.  In settimana ha rilasciato dichiarazioni importanti Lorenzo Tonelli che ha spiegato che la squadra crede all’impresa tricolore e che sono concentrati moltissimo sulla sfida finale per la presa del palazzo che durerà ancora nove partite, ma dove ogni sfida diventa decisiva.  In casa Sassuolo, la voglia di far bene contro una grande del campionato.  Acerbi, Mazzitelli e Lirola lanciano la sfida al Napoli per confermare la bella prestazione di Udine, coronata dai tre punti e per continuare il processo di crescita del dopo Di Francesco. Tra i convocati torna Berardi dopo le due giornate di squalifica, e verrà probabilmente schierato nel tridente con Babacar e Politano. In difesa torna a sinistra l’ex juventino Peluso. In dubbio ancora la convocazione del centravanti Madri, che si è allenato ancora a parte. A centrocampo probabili titolari, Missiroli, Sensi e Mazzitelli. In difesa oltre a Peluso, l’altro ex bianconero Lirola con Goldaniga e Acerbi centrali difensivi. Arbitro della gara sarà il sig. Fabbri di Ravenna.

error: Content is protected !!
P