News

Lazio a Cagliari per riprendere il volo. Inzaghi: “Per vincere dovremo dare il 120%”

Momentaccio e speranza di reazione. Un momento non propriamente felice per la Lazio che non si piange addosso ed è pronta a ripartire domani alla Sardegna Arena contro il Cagliari. Imperativo categorico riprendere la corsa verso l’Europa e per farlo servono solo i tre punti contro il Cagliari. “E’ un momento importante della stagione – ammette Inzaghi – ci sono ancora tre partite prima della sosta, quella di domani a Cagliari, la Dinamo e il Bologna. Dobbiamo fare il massimo e tirar fuori tutte le energie possibili per venirne a capo. Le vittorie aiutano a vincere e a sentire meno la stanchezza. Personalmente sono contento del primo tempo contro gli ucraini, ma dovevamo fare di più nella ripresa, mentre contro Milan e Juve abbiamo giocato come volevo per tutta la partita. Un momento no ci sta, ma adesso dobbiamo dare di più. Domani affronteremo un Cagliari quadrato che ha preparato bene questa partita e servirà molta attenzione perché loro in campo non sono avversario facile per nessuno. Servirà una gara di grande umiltà per tornare a casa con un risultato positivo”. Capitolo formazione. “Domani giocheranno sicuramente Parolo e Luis Alberto che hanno riposato giovedì, mentre per quanto riguarda gli altri sceglierò il meglio perché chi andrà in campo domani dovrà dare il 120%. Lulic? E’ ristabilito, si è ripreso bene e penso possa essere della partita, ma deciderò solo domani in base alle sue condizioni. Quello che mi interessa è vedere la squadra che conosco perché fare risultato domani è troppo importante e non  possiamo permetterci di fallirlo”. Non meno forte l’appello di Diego Lopez tecnico del Cagliari che per primo ricorda Astori. “Ci mancherà tanto, avremo tutti un bellissimo ricordo. Sono vicino ai suoi familiari. Tuttavia, nonostante le difficoltà, ho visto la squadra concentrata sul campo: siamo tutti con la testa rivolta ai nostri obiettivi. Siamo un gruppo forte e unito: i miei uomini stanno insegnando tanto anche a me in una situazione complicata come questa. Joao Pedro? Dobbiamo stargli vicino e basta. Quanto alla Lazio è una grandissima squadra che all’andata abbiamo affrontato nel modo giusto, a viso aperto. Batterla non sarà facile, per farlo, servirà solo una grandissima prestazione”.

 

error: Content is protected !!
P