News

Europa League / Lazio col Zulte a porte chiuse, Milan per il riscatto con il Rijeka. Atalanta nella tana del Lione

DANIELE ORIETI

Giovedì di Europa League per Lazio, Milan e Atalanta. Le tre squadre italiane cercheranno la conferma dopo i successi del turno precedente. La Lazio ospita all’Olimpico (ore 19) lo Zulte di Waregem, il Milan è di scena a San Siro (21.05) contro il Rijeka mentre l’Atalanta (21.05) affronta la terribile trasferta sul campo del Lione.

LAZIO In uno Stadio Olimpico vuoto a causa della squalifica per una giornata la Lazio affronterà i belgi del Zulte Waregem. Turn Over quasi obbligato per Mister Inzaghi complici i numerosi infortuni, e con l’imminente sfida di campionato contro il Sassuolo. Di sicuro ci sarà l’esordio del portoghese Nani in attacco dopo aver recuperato un ritardo di condizione e da piccoli problemi fisici. L’attaccante sarà pronto a far esaltare i tifosi biancocelesti. “Non sarà bello giocare a porte chiuse – ha spiegato Inzaghi – e ho già avvertito i ragazzi. I nostri tifosi ci avrebbero aiutati in una partita non facile contro una squadra organizzata e con giocatori di qualità. La partita di domani non è affatto facile, nasconde delle insidie, ma vincere ha una grandissima importanza perché ci faciliterebbe il compito. Per cui voglio massima determinazione perché i tre punti domani valgono tantissimo. Nani? Ieri ha lavorato bene, vedremo, quello che conta è che la squadra sta bene e mi dà grandi garanzie. Dovremo fare una partita intensa e senza sottovalutare l’avversario”.

MILAN Ambiente teso e nervoso invece quello di Milanello. Montella messo già in discussione dai tifosi ha esonerato il preparatore atletico dopo anni di lavoro insieme. Per l’allenatore rossonero serviva dare una scossa a tutto l’ambiente prima di affrontare i prossimi quattro giorni intensi, soprattutto per lo scontro contro la Roma di domenica di scena a San Siro. Il Milan scenderà in campo contro il Rijeka domani sera alle 21.05. Partita sulla carta semplice ma la tensione può giocare un brutto scherzo e Montella chiederà la massima attenzione ai propri giocatori. Sereno il tecnico, soprattutto determinato ad uscire fuori da questo momentaccio. “Nelle difficoltà riesco a dare il meglio di me stesso. Ringrazio la società perché mi è vicina e mi lascia libero nelle scelte. Creare una mentalità vincente è sempre difficile e richiede tempo anche perché in questo ambiente non si vince da tempo. Con la Samp abbiamo sbagliato nell’approccio mentale alla gara ma non dobbiamo avere alibi e cercare la vittoria attraverso il lavoro e il sacrificio. Questa squadra lo può fare, lavoriamo tutti per la stessa cosa. Vogliamo riscrivere pagine importanti di storia”. In conferenza è intervenuto anche Leonardo Bonucci critico con se stesso. “Siamo una squadra nuova ed è normale inciampare. Giocare ogni tre giorni è difficile anche per ricaricare la mente. In questi 7 anni con la Juve giocavo ogni tre giorni e quello che dobbiamo imparare in fretta è che non c’è tempo di pensare a quello che è stato fatto. Bisogna pensare solo a recuperare per rendere al massimo dalla gara successiva. Del mio rendimento non sono soddisfatto perché ho commesso diversi errori di precisione e di chiusure. Dentro di me c’è la voglia di rispondere sul campo a quello che è stato detto. Le critiche sono uno stimolo a migliorare”.

ATALANTA Match affascinante invece per l’Atalanta di Gasperini. Sempre alle 21.05 di domani sarà ospite del Lione.  Francesi teoricamente favoriti data la forza della squadra e grazie anche alla maggior esperienza europea. Nonostante dei problemi di formazione per gli orobici, fuori Ilicic e Toloi, i bergamaschi di contro metteranno tutta la grinta possibile e l’astuzia tattica per portare a casa punti preziosi per l’eventuale passaggio del turno.

error: Content is protected !!
P