News

Tim Cup: c’è Juve-Napoli. Azzurri arrabbiati, campioni a caccia della terza finale di fila

La Coppa Italia Tim entra nel vivo con le semifinali di andata. Domani allo Stadium c’è Juve-Napoli, mercoledì all’Olimpico Lazio-Roma. Si comincia domani con una sfida cui Allegri strizza l’occhio da tempo. Il livornese scherza quando si parla di triplete, ma sotto sotto alimenta sogni che tutto sommato non costano nulla. Ma la Juve ci cede e fa sul serio con i tre obiettivi tutti a portata di mano.  “Per lo scudetto a noi servono ancora un tot di vittorie, dal momento che la Roma è diventata una squadra seria e tosta – ha detto Allegri – Siamo in testa e vogliamo restarci fino alla fine, come vogliamo vogliamo la terza finale di Coppa Italia di fila. Il Napoli che arriva a Torino  sarà rabbioso dopo la sconfitta in casa contro l’Atalana, e sarà importante nell’ottica dei 180′ non prendere gol. Per riempirci il calendario sarebbe bello arrivare in fondo a tutte le competizioni. Ne abbiamo ancora 12 in campionato, almeno queste due in e una certa in Champions, cercheremo di giocarne di più perché senza partite ci annoiamo”. Sula formazione anti-Napoli Allegri conferma la presenza di Neto tra i pali: “È un grande portiere, fa il secondo perché c’è Buffon. Pjaca? Dovrà valutare se parte dall’inizio, le forze fresche sono importanti dalla panchina. Dybala raccorda i centrocampisti con gli attaccanti, con lui ci sono più linee di passaggio e si alza la qualità tecnica. Ma non posso farlo giocare sempre. Domani rientrano Lichtsteiner e Asamoah. Higuain? Ha già rotto il ghiaccio in campionato, più gioca più entra in condizione, speriamo continui così. Pjanic non giocava da un mese, ha riposato abbastanza. Rugani riposa, devo sceglierne due tra Bonucci, Chiellini e Barzagli”.

Qualche novità è attesa anche in casa Napoli con Maurizio Sarri pronto a cambiare qualcosa in questa partita di Torino, consapevole del fatto che poi sabato ci sarà un’altra sfida tosta all’Olimpico contro la Roma in campionato. Sarà un ampio turnover per gli azzurri che in difesa presenteranno Maggio e Strinic agiranno sulle corsie esterne, mentre a centrocampo dovrebbe riposare Hamsik con il croato Rog finalmente in campo dal primo minuto. Novità anche in prima linea. A guidarlo sarà Pavoletti con uno tra Mertens e Insigne destinato alla panchina, mentre Giaccherini prenderà il posto di Callejon.

 

error: Content is protected !!
P