News

La Roma alza la cresta

di PAOLO GUIDA

Vince a Roma che sbanca Crotone (0-2)  e accorcia a -4 sulla Juventus che avrà l’opportunità stasera al Sant’Elia contro il Cagliari per ristabilire le distanze. Vittoria sofferta, come lo era stata quella dei bianconeri sullo stesso campo. Decidono i gol di Nainggolan e Dzeko. Crotone compatto e Roma che trova difficoltà negli spazi stretti. I giallorossi dominano ma non sfondano, complice la mancanza di geometrie e poca velocità nella manovra. Ma l’occasione arriva al minuto 17 quando un contatto tra Ferrari e Salah viene punito da Russo di Nola con un rigore molto generoso. Dal dischetto va Dzeko, capocannoniere del campionato, ma il bosniaco sbaglia il secondo penalty di fila spedendo a lato. Ma i giallorossi non si disuniscono e continuano ad attaccare. Il vantaggio arriva al 39esimo, con un diagonale dal limite al veleno di Radja Nainggolan che incrocia sul secondo palo e rende vano il tuffo di Cordaz.  La Roma parte di slancio nella ripresa alla ricerca del raddoppio per non soffrire su un campo non facile dove anche la Juve qualche giorno ha sofferto e non poco per portare a casa i tre punti.  Generoso il pubblico dello Scida che prova a soffiare alle spalle di Falcinelli e soci, ma la Roma non mostra incrinature, controlla e riparte. Dzeko scheggia la traversa, Fazio di testa su azione di calcio d’angolo centra il palo per un assalto sempre più convincente. Nainggolan e Strootman dominano in mezzo al campo e bloccano sul nascere l’iniziativa dei calabresi che in controgioco creano un brivido a Spalletti quando Falcinelli buca il colpevole Szcesny sul primo palo, ma l’attaccante calabrese era in netto offside.  Il Crotone non ha più nulla da perdere e si getta con coraggio in avanti, con la Roma pronta a chiudere i giochi. Si sbraccia Spalletti, ne ha per tutti il toscano, in particolare con Dzeko che non graffia. Nicola inserisce Trotta, altra punta e si gioca il tutto per tutto a quindici dalla fine.  Ma i sogni svaniscono un minuto dopo perché Salah dalla linea di fondo mette in mezzo una palla velenosa che attraversa lo specchio della porta e trova sul secondo palo Edin Dzeko che arriva coordinato all’appuntamento con il gol che mette il punto esclamativo sulla sfida: 2-0 Roma e diciottesimo gol in campionato per il bosniaco che raggiunge Suarez al secondo posto alle spalle di Cavani nella corsa alla Scarpa d’Oro. Esce Salah, dentro De Rossi per controllare gli ultimi minuti. Che scivolano senza altre emozioni. Vince la Roma che effettua il controsorpasso sul Napoli e si riprende il secondoposto e si mette in poltrona per seguire la Juve (-4 dai bianconeri) di scena questa sera a  Cagliari.

error: Content is protected !!
P