News

Volano Napoli e Lazio. Conferma Inter

Mertens esalta il Napoli

Una domenica pazzesca in serie A.. Dopo i “botti” di Torino e la fuga Juve, campione d’inverno con due giornate di anticipo, ecco arrivare puntuali le conferme. Il Milan, fermato in casa dall’Atalanta, viene scavalcato dalla coppia Napoli/Lazio. Spettacolo e gol al San Paolo: 5-3 al Torino con un Mertens stratosferico. Vince e convince la Lazio di Simone Inzaghi che supera nettamente una Fiorentina in fase ormai calante e addirittura precipitata all’ottavo posto dopo i sogni iniziali. Lazio che continua a volare alta, con la consapevolezza di un gioco che è lo specchio fedele dell’anima Inzaghiana. In silenzio, senza strombazzamenti, i biancocelesti ci sono, come c’è il Napoli, vivace e sanguigno di Sarri. IL mercato di gennaio arriva al momento opportuno, sia per i biancocelesti che per gli azzurri. Magari piccoli ma sostanziosi innesti, soprattutto per il Napoli, che aspetta Milik ma cerca sempre un vero centravanti per dare l’assalto. Al vertice. Torna a sorridere Pioli e la sua Inter. La vittoria di Sassuolo non cancella tutti i mali, ma è una gran bella iniezione di fiducia. Il resto potrebbe farlo il mercato perché in una classifica ancora corta, basta poco per ritornare a vedere l’alta quota. Per ora i nerazzurri hanno scavalacato una Fiorentina sempre più in crisi di identità. Ormai deteriorato il rapporto Sousa-Viola, ma la stagione è ancora lunga e i Della Valle non possono e non vogliono uscire dal giro già a Natale. In coda colpo grosso del Palermo che passa a Marassi, casa Genoa, e si rimette in quota. Salvezza lontana (-5 dall’Empoli) ma la strada giusta e nel prossimo turno contro il Pescara alta occasione per decollare. Vince l’Udinese, facile 2-0 sul Crotone e il Chievo (2-1 alla Samp). E poi l’acuto del Bologna (3-0 al Pescara). L’attesa adesso si sposta sulla Supercoppa Italiana di venerdì a Doha, ma intanto il campionato vivrà un’altra giornata campale. Tengono banco Fiorentina-Napoli e Inter-Lazio, due trasferte a rischio per le attuali terze che sognano due imprese da mettere sotto l’albero per le rispettive tifoserie. Ma Fiorentina e Inter non potranno stare a guardare. L’occasione per rientrare è vivissima e certe opportunità, soprattutto negli scontri diretti in casa, vanno solo che sfruttare, anche se oggi, il potenziale di Napoli e Lazio e l’entusiasmo che accompagna le bande Sarri e Inzaghi, può fare la differenza. Scottata dalla sconfitta dello Stadium, la Roma è chiamata a ritornare sulla cresta dell’onda contro un Chievo che non è mai stato avversario facile. Ma i giallorossi non possono più perdere terreno. Napoli e Lazio sono in agguato pronte a mettere la freccia. E la Juve ad allungare ancora. Le altre partite: Atalanta-Empoli, Cagliari-Sassuolo, Torino-Genoa e Palermo-Pescara. Con Juve e Milan con una partita da recuperare, e che il 23 dicembre a Doha si giocano il primo trofeo della nuova stagione.

error: Content is protected !!
P