News

Napoli nuovo k.o. a Marassi, Pandev non perdona

Francesco Raiola

Esce sconfitto ancora una volta il Napoli dopo la sconfitta di Verona in trasferta contro un Genoa cinico e opportunista che supera grazie ad una doppietta di Pandev gli uomini di Gattuso, a cui non è bastato il gol di Politano nel finale. Errori gravi individuali di Maksimovic e Mario Rui oltre a due legni di Petagna e Insigne hanno determinato il nuovo passo falso degli azzurri, che hanno tenuto in pugno la partita dal punto di vista del gioco, ma hanno peccato come al solito di cattiveria in attacco con 24 tiri in porta e di errori clamorosi in disimpegno. Per Gattuso la tegola anche dell’infortunio di Manolas, costretto al cambio nella ripresa.

Anticipo del sabato sera a Marassi in un match che qualche anno fa senza COVID e con il gemellaggio era una festa di sport e di tifo. Sfida importante per la corsa europea del Napoli che può approfittare degli stop dell’Atalanta e del Roma ma anche per il Genoa che si è tirato fuori dalla zona calda. Obbligato a cambiare Gattuso con il 4-3-3, che però mantiene ancora fra i titolari Ospina alla quarta consecutiva, esterni Di Lorenzo e Mario Rui, centrali Maksimovic e Manolas, in regia Demme con Elmas e Zielinski, mentre in attacco, come previsto riposa Insigne, nel tridente Politano, Petagna e Lozano. Difesa a cinque per il Genoa di Ballardini con Perin in porta, Zappacosta e Czyborra sulle fasce, tre di difesa con Criscito, Radovanovic e Goldaniga, centrocampo composto da Strootman, Badelj e Zajc, mentre in attacco come partner di Destro preferito l’ex Pandev a Scamacca.

Inizio molto aggressivo del Napoli che va al tiro due volte in tre minuti prima con Zielinski e poi con Lozano con Perin che deve intervenire due volte impegnandosi in angolo sul tiro del polacco, stasera capitano azzurro. Ma i buoni propositi azzurri vengono subito vanificati da un errore banale in disimpegno di Maksimovic che serve male Demme con Pandev che servito tuttp solo a difesa scoperta batte facilmente Ospina portando il Genoa in vantaggio. Reagisce con rabbia il Napoli al gol subito ed è ancora Lozano il più pericoloso che ci prova da fuori con Perin ancora protagonista che salva con un riflesso felino. Azzurri anche sfortunati a metà tempo con Petagna che colpisce in pieno la traversa su punizione perfetta di Mario Rui e sul successivo contropiede arriva il raddoppio di Pandev che servito alla perfezione da Zajc, con Mario Rui protagonista negativo che sale male lasciando in posizione regolare il macedone, ancora una volta solo davanti ad Ospina firma la sua doppietta personale. Primo giallo nelle fila genone con l’ammonizione per Badelj per fallo su Elmas. Il primo tempo si conclude con una conclusione di Zielinski parata ancora da Perin e con il Genoa, cinico, avanti di due reti.

Ripresa che inizia senza nessun cambio per i due tecnici con il Napoli che ci crede e per rientrare di nuovo in partita. Gattuso cambia dopo soli cinque minuti cambiando Zielinski e Petagna con Insigne e Osimhen, passando al 4-2-3-1. Secondo giallo nel Genoa per Czyborra che ferma Lozano irregolarmente. Occasione da fuori per Politano che sfiora l’incrocio dei pali e poi per Osimhen che conclude alto su assist di di Lorenzo. Primi cambi per Ballardini che inserisce Behrami e Scamacca per Strootman e Pandev. Tegola nel Napoli: fuori per infortunio Manolas dentro Rrhamani. Ancora decisivo Perin stavolta su Demme che a botta sicura salva ancora il Genoa in angolo. Ammonito nel Napoli Lozano per fallo su Zajc. Splendida azione del Napoli, sfortunatissimo con Di Lorenzo che serve Insigne che in girata al volo colpisce il secondo legno della serata per gli azzurri. Cambi ancora con Bakayoko che prende il posto di un esausto Demme e Portanova per Destro. Azzurri che ci credono e a dieci minuti dalla fine arriva il gol di Politano che in mischia su angolo riesce ad infilare Perin e riaccende la speranza. Si copre Ballardini inserendo Rovella per Zajc, con il Napoli che va all’assalto confuso verso la porta genoana. Quattro i minuti di recuper concessi da Manganiello con il Genoa che prova a resistere al forcing finale. Occasione clamorosa per Elmas che sbaglia un rigore in movimento su assist perfetto di Elmas ma la conclusione del macedone è alta sulla traversa. Protesta nel finale per una spinta in area di Scamacca su Mario Rui che Manganiello non ravvede da calcio di rigore con l’ammonizione anche per il portoghese.

Sconfitta amara per il Napoli che paga errori individuali in difesa di Maksimovic e Mario Rui in una prestazione complessivamente non negativa degli uomini di Gattuso, sfortunati anche con i legni colpiti da Petagna e Insigne. Genoa che ringrazia Pandev, autore della doppietta decisiva, e si tira definitivamente fuori dalla bagarre salvezza. Azzurri che dovranno analizzare i tanti errori gratuiti commessi in una partita che ai punti non avrebbero meritato di perdere. Migliori in campo nel Genoa ovviamente Pandev con Zajc rifinitore, nel Napoli da lodare Politano e Di Lorenzo che non hanno mai mollato. Prossimi match Torino-Genoa e super sfida al Maradona sabato pomeriggio contro la Juventus per gli azzurri che devono riscattarsi.

error: Content is protected !!
P