News

L’Italia gioca a tennis con la Moldova

In attesa degli impegni di Nations League contro Polonia e Olanda dei prossimi giorni, l’Italia di Roberto Mancini strapazza la Moldova per 6-0 e ottiene agevolmente quello che il ct aveva chiesto alla vigilia dell’amichevole del Franchi: una vittoria per il ranking Fifa e un segnale incoraggiante da chi, fino ad oggi, è stato impiegato meno in azzurro. In vista degli impegni in Nations League contro Polonia e Olanda, chi ha risposto con una prestazione più che convincente all’occasione concessa dal Ct è sicuramente Bryan Cristante, che con la maglia della Nazionale sembra un altro rispetto alla versione della Roma. La rete dell’1-0 è sua con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo che sorprende il portiere Coselev. Risposte positive anche da Francesco Caputo e Stephan El Shaarawy. Il primo, al debutto in Nazionale, firma il 2-0 sfruttando un assist di Biraghi e propizia l’autogol del 4-0 con un dribbling su Posmac, che nel tentativo di fermare il bomber del Sassuolo calcia nella propria porta. Dopo il mancato ritorno alla Roma, El Shaarawy si consola invece con la fascia di capitano e una doppietta: prima con una magia costruita con tre tocchi che gli permette di circumnavigare Craciun e beffare Coselev da posizione defilata, poi con un colpo di testa da due passi a porta vuota su assist di Lazzari. Ritmi più bassi e meno occasioni da gol nel corso della ripresa che offre l’occasione per mettersi in luce anche a Cragno, Emerson Palmieri, Sensi, Kean, Lasagna e Grifo. Proprio dai piedi dell’esterno del Friburgo nasce l’ultima rete della serata con un assist perfetto per Berardi che da due passi appoggia in rete col mancino e firma il suo primo gol in azzurro per il definitivo 6-0. Adesso sotto con la Nations League: domenica a Varsavia contro la Polonia, poi mercoledì 14 a Bergamo contro l’Olanda.

error: Content is protected !!
P