News

L’Inter gioca a tennis con il Brescia

Ogni giornata che passa l’Inter vede sempre più lontano il sogno scudetto, ma quantomeno tiene il passo di Juventus e Lazio. I nerazzurri dominano e si impongono nel ventinovesimo turno di Serie A per 6-0 sul Brescia con una prestazione sontuosa dei suoi esterni: Young e Moses sono imprendibili nel primo tempo e risultano decisivi per i primi tre gol dei padroni di casa. A segno lo stesso Young, Sanchez su rigore, D’Ambrosio, Gagliardini, Eriksen e Candreva. Pochi riferimenti in avanti invece per la squadra di Diego Lopez che rimane all’ultimo posto in classifica alla pari con la Spal, impegnata questa sera con il Milan. Le marcature si sbloccano dopo una manciata di minuti: Sanchez si mette in proprio, serve in mezzo Young che con un destro al volo punisce Joronen alla sua sinistra. Poi Moses si inserisce in area e viene atterrato da Mateju: non ha dubbi l’arbitro Manganiello ad assegnare il penalty. Dagli undici metri va Sanchez, che incrocia perfettamente, è 2-0. Il tris arriva nel finale di tempo, la firma risponde al nome di Danilo D’Ambrosio: l’ex Toro svetta di testa e insacca. A inizio ripresa il poker targato Gagliardini, vitale dopo le polemiche dell’errore a porta vuota contro il Sassuolo: il centrocampista spizza in maniera vincente il cross con i giri giusti di Sanchez. Nell’ultima mezz’ora entrano Eriksen e Lukaku, formando il tandem che porta al 5-0: il belga incrocia col sinistro, riflesso di Joronen e ribattuta vincente del danese. Il 6-0 definitivo lo sigla Candreva, anche lui subentrato, grazie ad un sinistro preciso dal limite dell’area. L’Inter rimane a -4 dalla Lazio e a -8 dalla Juventus.

error: Content is protected !!
P