News

Champions, Atalanta a Zagabria. Gasperini: “Importante, ma non decisiva. Andiamo a fare la nostra partita”

Il fascino della prima volta, che non si scorda mai. Domani tocca all’Atalanta  l’esordio in Champion, a Zagabria nella tana della Dinamo. Si gioca alle 21 al Maksimir Stadion. Gasperini ostenta tranquillità. ”L’emozione a è positiva, è qualcosa che ci siamo conquistati sul campo, in un campionato straordinario. Per la prima volta nella storia dell’Atalanta c’è l’opportunità di giocare questa manifestazione. Abbiamo sensazioni positive, siamo felici del traguardo e di potercela giocare. Poi ci sono le partite, questa è la prima, c’è la curiosità per questo impatto. Sappiamo che il livello della Champions sia superiore, ma nello stesso tempo c’è fiducia e curiosità per vedere cosa siamo capaci di fare”.

Esordio non facile. “È un girone di sei partite, è una gara importante ma non è decisiva. I propri obiettivi, di qualificazione o di miglior piazzamento possibile, matureranno grazie alle prossime partite. L’impatto iniziale dà subito la misura delle possibilità, ma non è determinante. Il calendario va accettato. I nostri avversari hanno vinto il campionato, in Croazia, in Ucraina e in Inghilterra, hanno tutti dei meriti. Noi, forse, rispetto ad altri club abbiamo un bacino più piccolo, meno risorse, per questo il nostro merito è anocra maggiore. Che partita sarà? Abbiamo visto molte partite, sia nei gironi preliminari che in quelle di campionato. Abbiamo conosciuto questa squadra, come loro conosciamo noi. Qui ci sono solo buone squadre, forti, affronteremo con le nostre caratteristiche. Non snatureremo il nostro modo di giocare. Sarà una partita dove entrambe le squadre faranno di tutto e punteranno al massimo risultato”.

Ma le difficoltà non saranno poche. “Saranno le stesse di quando affronti una buona squadra, sul proprio campo. Hanno la possibilità di giocarsi una buona posizione in questo girone, con quanta sicurezza e precisione riusciremo a giocare, contenere il loro entuasiasmo, proporre il nostro gioco”.

Sulla formazione non regala certezze. “In questo momento stiamo tutti bene, abbiamo recuperato, domani sarà una gara fondamentale. In caso faremo turnover in più nelle prossime gare, abbiamo 7 partite in 21 giorni, sarà impiegata tutta la rosa. Muriel? Sta bene, non vogliamo rischiare niente, il suo infortunio è di piccola entità. Abbiamo fiducia che domani possa essere disponibile”.

error: Content is protected !!
P