News

Champions, al San Paolo arriva il Liverpool. Ancelotti: “Obiettivo, passare il turno”

Francesco Raiola

NAPOLI Neanche il tempo di archiviare la vittoria contro la Sampdoria che per il Napoli di Ancelotti è già tempo di Champions League.  A Fuorigrotta domani sera arrivano i campioni di Europa del Liverpool guidati da Salah e Manè, ennesima sfida contro i Reds , dopo la sfortunata eliminazione nel girone della morte della scorsa edizione, decisa da Allison in una parata strepitosa su Milik al 92′. Conferenza stampa di presentazione con Ancelotti e Llorente. Obiettivo chiaro per il Napoli: “È un buon test, l’obiettivo è di passare il turno. Ci confrontiamo con la squadra più forte d’Europa. Sarà difficile ma eccitante. Non ci snatureremo, prenderemo spunto dalle cose buone fatte e dagli errori fatti contro di loro lo scorso anno. Lo scorso anno abbiamo difeso molto bene, però per vincere gare del genere serve qualità. Le squadre rispetto allo scorso anno sono cambiate.  Il Liverpool ha raggiunto maggiore consapevolezza, anche noi siamo cresciuti e abbiamo maggiori qualità. Sarà una gara a livello emozionale molto intensa come lo scorso anno, speriamo di ripeterci con lo stesso risultato”. La rosa del Napoli è cresciuta molto con elementi di qualità come Lozano e Manolas: “Hirving è un ragazzo serio, umile ed intelligente, ha grandi qualità che ha mostrato solo in parte essendo da poco a Napoli. Non ho dubbi che farà benissimo. La rosa è cresciuta molto, pensate che con la Sampdoria non c’erano Allan e Manolas. Possiamo competere su tutti i fronti, andiamo avanti passo dopo passo. Pensiamo a superare ora il girone, obiettivo numero uno ora”.

Sfida importante anche per Llorente che vuole vendicare la finale persa con il Tottenham: “È stato doloroso, mi piacerebbe vendicarmi, ma soprattutto dimostrare che possiamo essere al loro livello. Napoli è una piazza fantastica, il calore della gente è pazzesco. È meraviglioso, non vedo l’ora di segnare per dedicare un goal ai tifosi”. Per Ancelotti, Liverpool è un colpo al cuore per le due finali perse da giocatore e allenatore: “Le finali con la Roma nel 1984 e il Milan nel 2005 bruciano ancora, ma è una squadra che mi ispira simpatia. Giocare lì è sempre emozionante per il clima che si respira.  Il fattore ambientale conta , domani spero che il San Paolo incida allo stesso modo. L’ambiente visto contro la Sampdoria è stato molto positivo, speriamo di essere all’altezza del nostro pubblico. Il risultato è importante soprattutto in ottica del girone, lo scorso anno l’eliminazione beffarda ci ha colpito e condizionato anche psicologicamente nei mesi successivi”.  Passaggio anche sulla lotta scudetto che vede quest’anno probabilmente anche l’Inter coinvolta: “L’Inter ha iniziato molto bene. La Juventus ha fatto un piccolo passo falso e sembra scoppiata la fine del mondo. Ci può stare. Il Napoli deve essere competitivo fino alla fine in tutte le competizioni”. Polemiche ci sono state sul tweet del Liverpool che invitava alla prudenza i tifosi giunti a Napoli: “Napoli non è una città pericolosa. Gli inglesi possono godersi il sole, il mare e le pizze e la bella gente. Gli stupidi ovviamente sono dappertutto, in ogni parte del mondo”.

Difficile fare previsioni sulla possibile formazione che schiererà Ancelotti, ma sicuramente verrà attuato il turnover rispetto alla gara contro la Sampdoria. Conferma per Meret tra i pali, con Di Lorenzo e Ghoulam esterni, torna Manolas ad affiancare Koulibaly in difesa.  A centrocampo Callejon, Allan, Zielinski e Fabiàn Ruiz, mentre in attacco Insigne e Mertens favoriti sugli altri attaccanti, in primis Lozano e Llorente pronti a subentrare a gara in corso.
Formazione tipo invece per Klopp che deve rinunciare ad Origi, infortunato sabato scorso,oltre ad Allison fermo da un mese. Tra i pali lo spagnolo Adrian, nella difesa a quattro titolare da destra Alexander-Arnold, Matip, Van Dijk e Robertson. Centrocampo a tre formato da Henderson, Fabinho e Wjnaldum, davanti il tridente dei sogni con Salah, Manè e Firmino. Arbitro del match l’esperto arbitro tedesco Brych. Fischio di inizio al San Paolo alle ore 21.00.
error: Content is protected !!
P