News

Io tifo Napoli. “Rimonta difficile non impossibiile. San Paolo, pensaci tu”

Maurizio Carfizzi *
Non è ancora tempo di processi, ma sicuramente la delusione è tanta.  Dopo i passi falsi di Empoli e Genoa, arriva il k.o. contro l’Arsenal in Europa League che compromette non solo l’accesso alle semifinali ma soprattutto fornisce un primo giudizio sulla stagione degli uomini di Ancelotti. Ci eravamo illusi che la sconfitta di Empoli e il mezzo passo falso contro il Genoa fossero dovuti ad un calo di concentrazione dovuto proprio alla partita di Londra, ma in realtà erano un importante campanello d’allarme che evidentemente Ancelotti non ha ascoltato o non è riuscito a capire in tempo. Male gli azzurri nell’approccio, nella mentalità, e soprattutto messi male in campo. Deludente il centrocampo, con Fabiàn Ruiz che dimostra come il ruolo di regista non fa per lui. Lento di piede e di testa per quel tipo di gioco, mentre da mezz’ala interpreta meglio il ruolo. Inconcepibile che Allan debba fare il regista, come avvenuto ad Empoli e contro il Genoa. Forse qualcuno deve interrogarsi sulla cessione troppo frettolosa di Hamsik in Cina e del prestito di Rog in Spagna, che alla fine vede pure poco il campo con il Siviglia. Deludente soprattutto la mentalità: non un passo indietro, ma tanti, rispetto al Napoli di Sarri che per un tempo sia al Bernabeu che al San Paolo fece tremare il Real Madrid multi campione,  e questa è una responsabilità che Ancelotti non può non prendersi. Un Napoli remissivo, spaventato dalla pressione prevedibile degli inglesi, ha preso due goal nei primi venticinque minuti, causati addirittura da errori gratuiti prima di Mario Rui e poi dello sciagurato Fabiàn Ruiz, poi addirittura abbiamo rischiato di riaprire la qualificazione con Insigne e Zielinski che hanno fallito due occasioni clamorose, inconcepibili per due giocatori tecnici come loro. Ironia della sorte, dobbiamo anche ringraziare Alex Meret, che gran portiere, che ha evitato a più riprese il terzo goal inglese. Non ci resta che sperare nell’effetto San Paolo per giovedì, nella speranza che gli azzurri si scrollino da dosso questa patina di fallimento, e provino a risalire la china. L’Arsenal non è imbattibile, è vulnerabile e lo abbiamo già visto ieri. La rimonta è difficile, ma non impossibile e il San Paolo pieno può aiutare il Napoli. Adesso non è il tempo ancora di criticare e di tirare le somme: mi appello a tutti i tifosi, giovedì stringiamoci attorno agli azzurri. #ForzaNapoliSempre 
* ex calciatore, tifoso Napoli
error: Content is protected !!
P