News

Caso Icardi: lunedì rientro in gruppo. Frecciata a Spalletti e Perisic

Inutile dirlo, ormai la situazione Icardi-Inter, continua a regalare novità e retroscena ogni giorno. Prima di esaminare le complesse e spinose vicende extracampo, partiamo dalle condizioni fisiche dell’attaccante. Domenica sarà infatti l’ultimo giorno di fisioterapia ed in teoria, lunedì è previsto il ritorno agli allenamenti. Come spesso accade in queste dinamiche, la teoria non coincide con la pratica e per questo motivo, bisogna andarci cauti con ogni valutazione. Icardi ha un’infiammazione al ginocchio destro. Problema che persiste da inizio stagione ma gli ultimi accertamenti non hanno evidenziato particolari variazioni.

La lettera A tenere banco in queste ultime ore, è la lettera che Icardi ha pubblicato ieri in tardo pomeriggio su Instagram. In questa lettera l’ex capitano dell’Inter tocca vari temi. L’argentino ha ribadito in più passaggi il suo amore per l’Inter lanciando una freciatina alla dirigenza. Icardi ha infatti messo in discussione l’amore ed il rispetto nei suoi confronti di alcuni dirigenti. La goccia che ha fatto traboccare il vaso sembrerebbe l’atteggiamento di Luciano Spalletti. Il tecnico di Certaldo nella conferenza stampa di ieri  pre Cagliari, ha infatti dichiarato: “Di Icardi non ne parlerò più. Sono gli altri che vengono in campo ad allenarsi e hanno a cuore le sorti dell’Inter”. Non finisce qui. Secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe stato proprio Spalletti a chiedere ad Icardi di non mollare e di giocare con il problema al ginocchio. Icardi in occasione dell’ultimo derby che tra l’altro ha deciso in extremis, avrebbe giocato da stirato. Icardi si è poi (molto probabilmente) rivolto indirettamente a Perisic esprimendo la sua disapprovazione nei confronti dei giocatori disposti ad andarsene alla prima occasione.

La posizione dell’Inter Inutile dirlo. La reazione dell’Inter è stata negativa. La società ha percepito come un segno di sfida la lettera di Icardi e soprattutto ha giudicato fuori luogo le sue esternazioni a poche ora da un match fondamentale. Nella lettera poi, l’argentino parla sempre in prima persona non usando mai il noi. Ad una situazione già precaria si aggiungono due aspetti cruciali. Il primo riguarda il comportamento di Wanda Nara che ha continuato ad esprimersi in televisione senza filtri ed il secondo riguarda l’utilizzo ancora una volta dei social in modo inappropriato.

 

 

error: Content is protected !!
P