News

Sotto l’albero il Napoli trova tre punti d’oro: Albiol piega la Spal

Francesco Raiola
NAPOLI Tre punti dovevano arrivare per gli azzurri e tre punti sono stati,  ma dopo una partita dominata, il Napoli deve ringraziare, oltre che Albiol,  goleador di giornata,  Meret che salva due volte gli azzurri nel finale. Tre punti che fanno festeggiare il San Paolo nella speranza di buone notizie da Torino in serata. Giornata uggiosa con quasi 40.000 al San Paolo nel match prenatalizio di Fuorigrotta. Sorprende ancora Ancelotti che non pensa all’Inter e schiera diversi titolarissimi. Turnover in porta con Meret titolare, in difesa conferme per Albiol e Koulibaly, con Hysaj e Ghoulam esterni.  A centrocampo Zielinski e Callejon esterni con Hamsik e Rog nella linea mediana, mentre in attacco riposa Milik con Insigne e Mertens dal primo minuto. Nella Spal, Semplici non fa pretattica e  schiera Valdifiori come regista, con Kurtic e Schiattarella interni. Coppia di attacco formata da Paloschi e Antenucci.  Sorpresa Djorou in difesa al posto di Vicari, nel terzetto con Cionek e Bonifazi. Match che mostra subito il suo indirizzo con gli azzurri subito in attacco, con la prima occasione per Rog che penetra in area su assist di Callejon con Gomis che salva. Passano pochi minuti e ancora Napoli vicino al gol, che in realtà arriva con Insigne che ribadisce in rete un tiro di Mertens deviato da Cionek, ma La Penna annulla dopo la conferma di Pairetto al VAR.  Superato l’inizio arrembante azzurro, la SPAL prende le misure e concede solo tiri dalla distanza al Napoli con Zielinski,  Rog ed Insigne, tutti lontani dallo specchio della porta. Primo giallo per Schiattarella al 37′.  Cambio obbligato per Semplici al 40′ con Djorou che accusa un problema muscolare e viene sostituito da Vicari.  Match che si sblocca nel primo minuto di recupero:angolo perfetto di Mertens e stacco imperioso di Raul Albiol sul quale Gomis non può far nulla.  Primo tempo che si chiude con gli azzuri meritatamente in vantaggio. Ripresa che inizia senza cambi, ma subito con un giallo esagerato di La Penna comminato ad Hamsik. Non cambia lo spartito del Napoli, con Insigne che scheggia la traversa un un cross laterale, mentre Callejon impegna Gomis con un pallonetto. Ammonito nella SPAL anche Kurtic, che era diffidato. Primo tiro della SPAL al 53′ con Schiattarella, ma Meret pronto devia in angolo. Secondo episodio da VAR per un tocco di mano di Farea in area, ma né La Penna né Pairetto ravvisano gli estremi del penalty che poteva esserci. Secondo giallo nel Napoli per Rog al 60′. Mertens vicino al raddoppio con un tiro a giro da fuori, ma Gomis in due tempi salva. Primo cambio per Ancelotti con Fabiàn Ruiz per Rog  al 65′, con Zielinski che si sposta centrale,  con lo spagnolo a sinistra.  Ad un centimentro dal gol Koulibaly che di testa sfiora il palo su cross di Fabiàn Ruiz.  Secondo cambio per Semplici con Valoti che subentra a Valdifiori.  Vantaggio di misura del Napoli che sta stretto agli uomini di Ancelotti ancora vicini al raddoppio con Insigne che dalla sua posizione sfiora l’incrocio dei pali.  Secondo cambio nel Napoli con Luperto che fa rifiatare Ghoulam. All’80 Napoli sfortunato con Mertens, che dopo una grande azione combinata con Insigne,  colpisce il palo e Callejon non ribadisce in rete, con la palla deviata in corner da Cionek. Ultimo cambio per Semplici che prova il tutto per tutto con Floccari per Bonifazi, e con Ancelotti che risponde con Diawara per Mertens, con Fabiàn Ruiz che si alza a fianco di Insigne con Zielinski di nuovo a sinistra. Il Napoli rischia la beffa al 91′ con Paloschi che in leggero fuorigioco, non ravvisato, impegna Meret che salva gli azzurri. Ma è ancora Meret che al 93′ si supera con un grandissimo intervento su Fares che di testa su corner sfiora il pareggio.
Azzurri che rischiano la beffa dopo una partita dominata e accorciano sulla Juventus attesa in serata dal posticipo contro la Roma.
error: Content is protected !!
P