News

Champions, domani Napoli-Stella Rossa. Ancelotti: “Importante ma non decisiva”

Francesco Raiola

Vigilia di Champions League per il Napoli di Ancelotti a distanza di 48 ore dal deludente pareggio interno contro il Chievo Verona, che ha depresso l’ambiente partenopeo.  La partita contro la Stella Rossa cade a fagiolo proprio nella speranza di riscatto e di qualificazione agli ottavi, con la combinazione tra la vittoria azzurra e un risultato positivo del Liverpool a Parigi. San Paolo pieno, superato record di incasso contro il Liverpool, pronto a trascinare gli azzurri in un ambiente carico con i 3000 serbi, gemellati con i tifosi azzurri. Conferenza stampa di presentazione con Ancelotti e Allan. Il mister è carico e sdrammatizza il pareggio con il Chievo:”Spirito ed atteggiamento devono essere i soliti. Abbiamo battuto sui tasti che non hanno funzionato contro i veneti. È importante iniziare bene la partita e metterla in discesa, non è decisiva,  ma importante per aumentare le speranze di passare il turno. Intensità e attenzione saranno fondamentali”.  Per Ancelotti la Stella Rossa è stata sottovalutata da tutti:”È la squadra che ha mantenuto aperto il girone a tutti ed è stata sottovalutata dopo le trasferte. Sono organizzati in difesa e proverà a sfruttare il contropiede. Hanno un’identità forte e chiara e verranno al San Paolo per giocarsela. Non dobbiamo pensare alla sfida di Parigi; noi dobbiamo fare la nostra partita e vincere e poi dopo potremmo fare ulteriori considerazioni. Il girone è equilibrato,l’obbiettivo ora è di superare il turno,dobbiamo mettere ora la ciliegina sulla torta”. Ancelotti è entusiasta del pubblico partenopeo che è tornato a riempire il San Paolo:” È molto positivo che la gente sia tornata allo stadio e qurdtl aumenta il rammarico per la partita contro il Chievo Verona. Avremmo voluto dare un’immagine diversa, il binomio squadra-pubblico è importante. È una spinta che solo questa città,  per certi versi, riesce a dare. Il pari di domenica non cambia il nostro pensiero sul campionato, dobbiamo essere consapevoli dei nostri sbagli e che ci serva da lezione. Domani dobbiamo cancellare quella partita e dobbiamo dare tutto”. Sulle dichiarazioni del presidente della Stella Rossa che ha pronosticato il Napoli finalista di Champions League, Ancelotti si sbilancia:” Credo che molti si siano sorpresi di come siamo riusciti a competere con squadre di altissimo rango. Siamo stati una sorpresa e lo saremo ancora di più se riuscissimo a superare il turno, ma se non lo passassimo a questo punto saremmo dei coglioni”. Sulla partita di domani,  Ancelotti la vede simile a quella contro il Chievo:” Avremmo molti spazi nella nostra metà campo e pochi nella loro. Dovremmo attaccare molto di più gli spazi, aumentando l’efficacia di smarcamento. Sono una squadra molto compatta e organizzata, noi dobbiamo essere più efficaci in fase realizzativa”. Sulla formazione, Ancelotti conferma le indiscrezioni che vedono Hamsik e Fabiàn Ruiz titolari. Gli unici dubbi riguardano la fascia destra con il ballottaggio tra Hysaj e Maksimovic con l’albanese in vantaggio e il ruolo di centravanti con il solito dubbio tra Mertens e Milik. In porta torna Ospina. Dichiarazioni importanti anche di Allan, reduce dall’esordio con la Seleçao:”Non ho mai pensato alla convocazione con l’Italia. La chiamata del Brasile è stata importante e mi ha reso molto felice.  Ma ora sono concentrato solo sul Napoli  e sulla prossima sfida di domani sera.  In questi anni siamo cresciuti molto. Mi fa molto piacere essere considerato uno dei simboli di questa squadra, la gente f di tutto per seguirci ed io cerco di ripagarli dando tutto me stesso e vincere ogni contrasto. Con Neymar abbiamo scherzato sul girone, così come con Firmino, ma è un girone difficile e tutti vogliono passare. Ognuno difende la sua squadra, che passi il migliore”.

Nella Stella Rossa di Milojevic non convocato per infortunio l’ex genoano Boakye , titolare a Belgrado nel match di andata. Recuperati in extremis Jovancic e Pavkov. Il modulo adottato sulla carta sarà il 4-2-3-1, più probabilmente un 4-5-1, con Pavkov, killer del Liverpool punta centrale.  Tra i pali il canadese Borjan, linea difensiva formata da Stoijkovic, Savic, l’australiano Degenek e Rodic. I due centrali saranno l’altro ex italiano, Krsticic e Jovanic. Le mezzali dietro Pavkov saranno il tedesco giramondo, ex Fiorentina, Marko Marin, Srnic e il comorese Ben El Fardou.
Arbitro della gara sarà il fischietto spagnolo Jesús Gil Manzano. Fischio di inizio alle ore 21.
error: Content is protected !!
P