News

Il massimo col minimo sforzo: Atalanta al playoff per l’Europa League

Doveva essere solo una formalità e così è stato, minimo sforzo e massimo risultato. L’Atalanta stacca il pass per il quarto ed ultimo turno dei play off di Europa League. Al Mapei Stadium decidono un colpo di testa di Zapata e il gol di Cornelius nel finale la sfida tra i nerazzurri e gli israeliani dell’Hapoel Haifa. L’ultimo ostacolo per accedere ai gironi si chiama Copenaghen che ha eliminato il Cska Sofia. Gasperini conferma il 3-4-1-2 con Pessina che vince il ballottaggio con De Roon a centrocampo, quest’ultimo diffidato e quindi tenuto a riposo. Davanti a Gollini agiscono Djimsiti, Mancini e Masiello sempre in campo nelle gare ufficiali dei preliminari. A centrocampo il fidatissimo Freuler con Reca e Castagne sulle fasce. In zona offensiva Pasalic ad ispirare il tandem Gomez-Zapata. Gli orobici hanno sempre in mano il pallino del gioco ma l’imprecisione e la poca reattività non permettono di timbrare il cartellino nella prima frazione. Si muove tanto Zapata che tocca svariati palloni, lotta e fa a sportellate lì davanti. Quel che più conta, anche se saranno necessari test ben più validi, è la sintonia con il Papu Gomez. Prestazione comunque condita quella dell’ex attaccante del Napoli, da un gol di testa sugli sviluppi di un cross di Castagne uno dei migliori. Nel finale gioia anche per Cornelius che ritroverà il suo passato nel prossimo turno, il Copenaghen. Positiva anche la prova di Pessina, giovane che ha mostrato personalità e che avrà una grandissima opportunità questa stagione considerati i molteplici impegni stagionali e i 3 centrocampisti di cui ha bisogno Gasperini nel suo scacchiere. Gasperini che potrà contare anche su Emiliano Rigoni acquistato nella giornata odierna. Esterno di qualità, argentino tecnico dotato di un’esecuzione potente e precisa, protagonista nella scorsa EL. Domenica per la prima di campionato si torna a Bergamo, agli Atleti Azzurri d’Italia arriverà il Frosinone.

error: Content is protected !!
P