News

Gruppo H. Colombia, assalto al Senegal per centrare gli ottavi

In palio c’è la qualificazione nel Gruppo H, con entrambe le squadre ancora in corsa e distanziate di appena un punto. Senegal-Colombia è un vero e proprio scontro diretto, con queste due squadre che si giocano il passaggio agli ottavi di finale con la possibilità di farlo anche da prima del girone. La Nazionale africana ha iniziato alla grande questo Mondiale, battendo per 2-1 la Polonia: risultato praticamente mai in discussione, con l’autorete di Cionek e il gol Mbaye Niang a dare tranquillità al Senegal, prima delle rete polacca segnata da Krychowiak nel finale. Nella seconda partita, invece, la Nazionale di Aliou Cissè è andata ad un passo dalla vittoria qualificazione contro il Giappone, facendosi raggiungere soltanto nel finale. Due volte in vantaggio, con Mané e Moussa Wague, il Senegal ha subito in entrambi i casi il pareggio con le reti di Inui e Honda. La Colombia, invece, aveva iniziato male il proprio Mondiale, facendosi battere a sorpresa proprio dal Giappone. Partita condizionata fortemente dall’espulsione subita dopo appena tre minuti da Carlo Sanchez. Dopo il gol di Shinji Kagawa, la Colombia era riuscita anche a pareggiare con la punizione di Quintero, subendo però il 2-1 nipponico nel secondo tempo da Osako. I Cafeteros, però, sono riusciti a riscattarsi alla grande nella seconda partita, travolgendo per 3-0 la Polonia con le reti di Yerri Mina, Radamel Falcao e Juan Cuadrado. Questa partita, ovviamente, sarà legata nel discorso qualificazione all’altra del girone H, che vedrà il Giappone impegnato contro la già eliminata Polonia. La Nazionale nipponica è a 4 punti al pari del Senegal, con la Colombia a 3. Chi vince, ovviamente, andrà avanti, ma ci sono comunque una serie di combinazioni che i vari risultati potranno creare rendendo necessario il ricorso alla differenza reti, ai gol segnati e a tutte le altre discriminanti che si utilizzato in caso di arrivo a pari punti. Non dovrebbe cambiare nulla il Senegal, che ha esordito a questo Mondiale con due buone prestazioni contro Polonia e Giappone. Quattro punti in due partite, che ora portano la Nazionale di Cissé a giocarsi le proprie chance di qualificazione in questa sfida contro la Colombia. Il Senegal si affida quindi ancora alla velocità di Mbaye Niang al centro dell’attacco, con Sarr e Sadio Mané ai suoi lati. A centrocampo il terzetto formato da Badou Ndiaye, Alfred N’Diaye e Gana Gueye. Guida la difesa Kalidou Koulibaly del Napoli con Salif Sane al suo fianco, sulle fasce Sabaly a sinistra e Moussa Wague confermato a destro dopo il bel gol segnato contro il Giappone. In porta c’è ancora Khadim N’Diaye. Non manca il talento nella Colombia, soprattutto dalla trequarti in su. A guidare l’attacco, come al solito, Radamel Falcao, che contro la Polonia si è sbloccato trovando il suo primo gol in questo Mondiale. Stesso discorso per Juan Cuadrado, in rete nella seconda partita dopo aver giocato appena 31 minuti all’esordio contro il Giappone (fu sostituito per riequilibrare la squadra, rimasta in 10 per l’espulsione di Sanchez). L’esterno della Juventus giocherà a destra nel terzetto di trequartisti completato da James Rodriguez e Quintero. Il compito di supportare i quattro giocatori offensivi sarà affidato a Barrios e Aguilar, che agiranno in mediana. In difesa confermato il quartetto formato da Arias, Mina, Mojica e Sanchez, davanti al portiere Ospina.

error: Content is protected !!
P