News

Russia 2018: in campo tante big. Portogallo in Belgio, che test per la Germania

Ultime prove ed amichevoli in vista del Mondiale in Russia che aprirà le danze il 14 giugno con il match inaugurale tra Russia ed Arabia Saudita. Dopo la vittoria della Francia di ieri sera contro l’Italia, oggi vanno in scena alcuni test Mondiali importanti tra cui Austria-Germania, Inghilterra-Nigeria e Belgio-Portogallo. Domani invece sarà il turno di Brasile-Croazia e Spagna-Svizzera

I tedeschi attuali campioni del mondo affrontano l’Austria reduce dalla vittoria contro la Russia. La notizia più importante riguarda il ritorno di Neuer tra i pali assente praticamente tutta una stagione per problemi fisici. Low ha comunque convocato il giocatore del Bayern considerato meno di un anno fa il miglior portiere al mondo, scelta dettata anche dalla personalità e dell’esperienza di Neuer elementi utili per i più giovani. Davanti spazio a Mueller e Ozil a supporto di Werner. Sulla mediana dovrebbe esserci Goretzka, giocatore su cui su punta molto in patria. Nell’Austria che non parteciperà ai Mondiali, spazio ad Alaba, Arnautovic e Schopf autore del gol vittoria contro la Russia. Partita intrigante quella che si giocherà alle 18a Wembley tra Inghilterra e Nigeria. Soutghate in porta (ruolo dove ci sono i maggiori dubbi) sceglie Pickford il portiere inglese più pagato di sempre. In zona offensiva Lingard e Sterling a supportare l’uragano Harry Kane. Il conservatorismo inglese è stato messo da parte ora spazio al gioco frizzante e ai giovani. I leoni avranno davanti un’avversaria valida per testare il loro momento di forma. La Nigeria infatti sopperisce ad una fase difensiva non eccelsa con tanta corsa sulle corsie esterne e con una buona qualità in attacco, l’entusiasmo poi non manca agli africani. Tra l’altro Mikel, Moses e Iheanacho conoscono bene i giocatori inglesi e l’Inghilterra. Il big match della serata vede contrapporsi a Bruxelles una delle favorite dei Mondiali il talentuoso Belgio contro i lusitani campioni d’Europa. Sfida utile per il Portogallo considerato che nella prima del Mondiale ci sarà la Spagna e quindi sarà importante alzare fin da subito i ritmi. Martinez si affida ad un tridente straordinario formato da Hazard, Lukaku e Mertens. Centrocampo solido (orfano dell’escluso Nainggolan) formato da Fellaini, Dembele e Tielemans. In difesa Anderweirel  spostato terzino. I portoghesi puntano ovviamente su Cristiano Ronaldo vicino al quale agiranno Bernardo Silva e Bruno Fernandes reduce da un’ottima stagione con lo Sporting Lisbona. Match interessante anche quello che si giocherà alle 19 e 45 tra Svezia e Danimarca. Entrambe le squadre sono riuscite a qualificarsi ai Mondiali grazie alla vittoria nei play off, da evidenziare la crescita del calcio nordico europeo in questi ultimi anni. Gli svedesi in Russia punteranno sulla loro solita fisicità e solidità mentre i danesi su Eriksen autentico trascinatore della Danimarca.

Affascinante e costellata di contenuti tecnici la gara di domani ad Anfield tra Brasile e Croazia. La nazionale verdeoro continua a prepararsi per il grande evento, per riscattarsi anche dal 7 a 1 contro la Germania in semifinale nell’ultimo Mondiale.  Nel test contro i croati in attacco ci saranno sia Gabriel Jesus che Roberto Firmino supportati da Willian e Coutinho. Il giocatore del Barcellona verrà schierato mezzala nel 4-3-3 per dare qualità in mezzo al campo. La Croazia è sicuramente la mina vagante del torneo grazie soprattutto ad un centrocampo che pochi possono permettersi: Modric e Rakitic su tutti. Anche in zona offensiva non si scherza con gli “italiani” Perisic e Mandzukic. Attenzione al gruppo D dove è inserita la squadra di Dalic: superare Argentina, Nigeria e Islanda non è sicuramente un compito facile. L’esordio contro la Nigeria.

La prima avversaria nel Mondiale del Brasile sarà la Svizzera che domani affronterà la Spagna. La squadra di Lopetegui è una delle favorite in Russia, la tanta qualità in ogni settore del campo ha “costretto” il ct della Roja ad escludere giocatori come Morata. La Svizzera è una buona avversaria per prepararsi al derby iberico contro il Portogallo. Si punta sul 4-3-3 con De Gea tra i pali, in difesa spazio a Odriozola terzino della Real Sociedad seguito dal Real Madrid. Centrocampo che vede in regia lo spazza neve Sergio Busquets pronto a dare geometrie ed ordine e i due Atletico Madrid Koke e Saul mezzali per dare imprevedibilità e brio. Silva e Thiago Alcantara ad ispirare Diego Costa.

 

error: Content is protected !!
P