News

De Laurentiis: “Ci hanno rubato lo scudetto”

Francesco Raiola

NAPOLI Torna a parlare il Presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis pochi giorni dopo le multiple interviste rilasciate alla vigilia della sfida col Torino, e lo fa a margine della presentazione del ritiro degli azzurri che avverrà ancora una volta a Dimaro dal 10 al 30 luglio.  Ed è ancora una volta uno show, dove il Presidente tocca diversi temi, auspicando la conferma di Maurizio Sarri e soprattutto attaccando la stampa italiana che secondo De Laurentiis ha taciuto sui presunti favori arbitrali alla Juventus. Su Sarri: “Abbiamo un appuntamento la settimana prossima. Ora deve preparare la partita di Genova in trasferta. Ci siamo dati appuntamento per la settimana prossima. Sono sereno. Sarri è l’uomo giusto, l’ho scelto io contro il parere di tutti o quasi. Mi auguro che il prossimo anno sia il quarto di Sarri a Napoli”. Sui rumors delle cessioni da Jorginho a Callejon, Mertens :”Incasseremmo in miliardo ( ride n.d.r). Il progetto Napoli continuerà alla grande!. Noi vincevamo già qualche anno fa con giocatori di minor livello, stipendi di un terzo forse anche un quarto e siamo arrivati secondi con Mazzarri. Forse i punti che si facevano prima erano diversi, siamo d’accordo, anche con Benitez…e chi parla di cattivi rapporti con me dico che è falso. Mazzarri è rimasto quattro anni, Benitez aveva un contratto di un anno con opzione che non credeva che io avrei esercitato, tant’è che rimase spiazzato perché aveva problemi con la lontananza dalla famiglia. Arrivammo quinti per un rigore sbagliato. Abbiamo creato anche campionissimi che giocavano e non giocavano altrove. Qualcuno (Cavani n.d.r.) faceva 14 goal e da noi 3p. Questa è la storia,poi tutti sono stati importanti.  La società è l’elemento portante di ogni attività. Il regista senza il produttore non va da nessuna parte e ci sono tanti casi di flop. Sarri ha fatto bene , mi auguro resti così come lui ha scalato le categorie, questi tre anni gli sono stati utili per fare lui stesso un bel salto di esperienza. Mi auguro che si possa fare sempre meglio, ma questo non dipende da chi costa di più. Non si risolvono così i problemi. Lo abbiamo dimostrato prendendo chi giocava meno , come Callejon che il primo anno fece 20 gol e a Madrid non giocava. Quando presi tre anni fa Sarri a Napoli mettevano i manifesti contro di me chiamandomi cretino e non ho reagito. Poi alla quarta partita Sarri ha iniziato una cavalcata eccezionale. ”

Poi attacca la Juve: ” Vediamo se vinciamo le prossime due e in quel caso possiamo dire che avevamo 8 punti in più. E diremo strunz (!) a chi ha creato questo casini in modo che l’anno prossimo non sarà più strunz. La distanza è di 6 punti, mantendola anche alla fine, se ci sono stati rubati 8 punti io dichiaro che lo Scudetto è del Napoli e che ce lo hanno levato. Qualcuno dell’organizzazione.  Il non applicare il VAR, il discutibile comportamento arbitrale.  Ce li hanno tolti o no? O non lo dite per paura? Il problema dell’Italia è anche il silenzio”.
Sul mercato: ” Aver preso un attaccante da 20 goal significa che partirà uno del tridente? No. Il nuovo acquisto è un centravanti, non un tornante”.
Il presidente infine conferma la partita amichevole del 4 agosto a Dublino contro il Liverpool.
error: Content is protected !!
P