News

Champions, domani Real-Juve. Zidane non si fida: “Qualificazione ancora aperta. Ronaldo? Non potrei giocare senza di lui”

Tre a zero nella gara di andata allo Stadium contro la Juventus. Punteggio netto, pesante, ma non ditelo a Zinedine Zidane che non si fida e gioca al ribasso. “All’andata abbiamo fatto bene, ma mercoledì si gioca un’altra partita e i nostri piani non cambiano – ha spiegato Zizou – La qualificazione è ancora aperta, diciamo 50 e 50. Io guardo la mia squadra e so che contro i bianconeri non sarà affatto facile. Cristiano? Non dico eresie se ammetto che senza di lui no potrei mai giocare.  Moltissime persone si ricordano ancora di Di Stefano, così come tantissime persone si ricorderanno di Cristiano – ha aggiunto i tecnico madridista – Anno dopo anno facciamo del nostro meglio in ogni competizione – ha aggiunto -. Quest’anno c’è mancata un po’ di continuità e abbiamo attraversato delle fasi complicate in Liga. In Champions League invece abbiamo ottenuto risultati impressionanti. Abbiamo risolto i nostri problemi quando abbiamo ricominciato a segnare tanto. Riuscendo a fare go si ricostruisce la fiducia in noi stessi. Abbiamo passato un mese in cui non riuscivamo a segnare come volevamo, ma adesso stiamo anche giocando bene, siamo più costanti nelle nostre prestazioni”. Quanto al Real favorito per la Champions, Zidane resta con i piedi per terra: “Non mi piace parlare di questo argomento. A me interessa dimostrare sul campo il nostro valore. Nel calcio bisogna rispettare ogni avversario: avremmo potuto perdere il derby in finale, ma alla fine abbiamo vinto. Finale con i Barcellona? Dobbiamo ancora passare il turno, sono concentrato solo sulla sfida alla Juve”. Infine sul momento del calcio italiano, non ha dubbi. “Non credo che il calcio italiano sia debole. Penso che quello spagnolo al momento abbia delle qualità straordinarie”. Poi una battuta su Buffon, forse alla sua ultima gara in Champions: “E’ una grandissima persona e un grande calciatore, ma noi vogliamo eliminare la Juventus. Non so cosa succederà con Gigi, quel che ha fatto e quello che è resta grande come lui”. Accanto a Zidane, in conferenza stampa anche Varane. “Sappiamo che nel calcio può succedere di tutti, loro cercheranno di fare di tutto fino alla fine – ha spiegato il difensore del Real-. Non giocheremo per lo 0-0, giocheremo il nostro calcio, vogliamo vincere. Sarà una partita delicata, senza dubbio, ma non fa parte del nostro dna giocare per lo 0-0”. Poi su Higuain: “È’ un grande giocatore, costringe i difensori a star sempre attenti. Crea sempre pericoli, è potente e cerca sempre il gol. È’ un pericolo costante e come persona ho un bel ricordo di lui: ha sempre avuto grinta e carica, gli piace giocare e segnare. È’ un grande giocatore, lo ribadisco”. Poi una battuta su Dybala: “È’ un giocatore importante per la Juventus ma hanno giocatori adatti a giocare a questo livello. Hanno una rosa ampia, completa, chiunque giochi sarà a livello. Ci aspettiamo una Juve d’attacco e sarà difficile”. Infine su Buffon. “È’ una leggenda del calcio e una grande persona. L’ho sempre visto con grande rispetto, non so se si ritirerà dopo questa Champions però è un onore affrontare giocatori di questo livello, contro personalità come la sua”.

Varane durante la conferenza stampa di oggi
error: Content is protected !!
P