News

Domani Lazio-Juve. Allegri: “Giocano bene e hanno tanti talenti in campo, ma noi non possiamo rallentare”

Flavio Napoleoni

Napoli a più quattro ma i bianconeri hanno una partita in meno, quella con l’Atalanta non disputata per neve. Ma è innegabile che i campioni d’Italia non possono permettersi passi falsi anche se stavolta sulla strada della Juve c’è la squadra che con il Napoli gioca il miglior calcio d’Italia. E Allegri lo sa benissimo. La miglior difesa, quella laziale, opposta al miglior attacco, quello juventino. “Anche il Napoli ha grandi numeri in difesa. Al momento resta vero che in Italia vince chi ha la miglior difesa”, osserva Allegri in conferenza da Vinovo. E neppure il fatto che la Lazio abbia dovuto sopportare i supplementari contro il Milan e quindi più stanca, può fare la differenza. “Certo che no perché a farla da padrone sono sempre gli stimoli. Noi siamo pronti, ma lo saranno anche loro. La Lazio è una bellissima realtà. Sono cresciti molto, concedono poco, sono bravi sui colpi di testa, sulle palle inattive. Sono bravi tecnicamente e forti fisicamente. Bisognerà fare molta attenzione. E poi vantano quel Milinkovic Savic per il quale non serve il mio giudizio, tutta Europa sa che tra i giovani è il più bravo o tra i più forti”. Capitolo formazione. “Higuain è ancora dolorante e quindi non è convocato. Spero di averlo a disposizione per Londra. Dybala invece gioca, sta bene e gioca. Visto, vi ho dato il titolo. Quanto agli altri, Buffon gioca di sicuro. Chiellini potrebbe riposare. Cuadrado sta lavorando a buona intensità, tra poco sarà con la squadra. Bernardeschi speriamo di averlo il prima possibile, tra una settimana circa vedranno cosa fare. Difensori e centrocampisti stanno tutti bene, aspettiamo solo il rientro di De Sciglio. La cosa strana è che lo scorso avevamo quattro esterni e nessuno si è mai fatto male, nemmeno un raffreddore. Il calcio è proprio strano”. Immancabile la domanda sul suo futuro. Allegri pensa alla Lazio e taglia corto. “Ho il contratto fino al 2020, quindi l’anno prossimo sarò ancora qua. Comunque pensiamo a vincere adesso. Dopo la Lazio, avremo un calendario con più partite in casa rispetto a quelle in trasferta”.

 

error: Content is protected !!
P