News

Liga. Pazzini che esordio con il Levante: pari al 90esimo con il Real. Crolla il Siviglia e Montella chiede scusa

Daniele Orieti

MALAGA In Liga succede quello che non ti aspetti. Altro che campionato riaperto co0me sperava e invocava Zinedine Zidane. Il suo Real non sa più vincere e impatta ancora, stavolta sul campo del Levante, con l’incredibile pari firmato allo scadere dall’ex Verona Giampaolo Pazzini. L’attaccante subentra nel finale e timbra il cartellino che regala un pari importantissimo per i suoi e beffa i campioni del mondo che pure erano andati in vantaggio dopo appena 11′ con il rientrante Sergio Ramos. Allo scadere della prima frazione il pari di Boateng, poi nella ripresa nuovo vantaggio Madrid con Isco fino al gol di Pazzini che ha mandato in paradiso il Levante e spedito all0inferno il Real. Negli anticipi di oggi crolla di nuovo il Siviglia di Vincenzo Montella travolto in casa dell’Eibar per 5-1. Baschi subito avanti grazie a Kike Garcia che la mette dentro dopo appena un minuto di gioco, poi doppietta del sempre giovane Orellana (17’ e 61’) e le reti di Ramis (32’) e Arbilla (83’) a completare la cinquina. Per il Siviglia in gol Sarabia su rigore (21’) ma serve a poco. L’Eibar vince e accorcia in classifica volando a -1 dagli andalusi che restano al sesto posto. Una sconfitta pesantissima per il Siviglia e per Montella che nonostante sia ad un piccolo passo dalla finale di Coppa del Re, non riesce a decollare in Liga, tanto che a fine gara il tecnico italiano ha chiesto scusa. “Siamo molto delusi dalla partita di oggi, prima di tutto voglio scusarmi con tutti i tifosi e sperare che mercoledì ci aiutino a raggiungere la finale – ha spiegato – Abbiamo commesso molti errori individuali che ci sono costati caro. Non possiamo giocare così in campionato. Purtroppo siamo subito in svantaggio, c’è l’attenuante delle gare giocate in settimana, 72 ore di riposo sono molto poche, ma l’avversario ci è stato superiore dal punto di vista fisico e mentale. I cambiamenti, con l’inserimento di nuovi giocatori, erano necessari. Non possiamo perdere la fiducia e dobbiamo rimanere uniti”. Ma non finisce qui perché la giornata “regala” un’altra clamorosa sconfitta, quella del Villareal che sembrava in netta fase ascensionale ma che oggi ha perso a Siviglia contro il Betis per 2-1. Andalusi avanti con una doppietta a cavallo dei due tempi di Moron, di Bacca su calcio di rigore a dieci dalla fine il gol della bandiera per il Sottomarino Giallo che manca l’occasione per avvicinarsi alla zona Champions. Infine vittoria dell’Alaves in casa per 2-1 contro il Celta Vigo. Domani in campo il Barcellona impegnato alle 16.15 del derby catalano in casa dell’Espanyol, quindi Getafe-Leganes, Girona-Bilbao e alle 20.45 Atletico Madrid-Valencia. Lunedì alle 21 tocca al malaga di scena in casa del Las Palmas.

error: Content is protected !!
P