News

CHAMPIONS Conte riabbraccia l’Europa ma vola basso: “Avanti adagio con i piedi per terra”

Quattro anni dopo riecco Antonio Conte riaffacciarsi con il suo Chelsea sul palcoscenico della Champions. L’ultima volta fu l’11 dicembre 2013 sulla panchina della Juve con la dolorosissima sconfitta per 1-0 sul campo del Galatasay di Roberto Mancini. Ritorno sulla carta “morbido” per Conte con il Chelsea, inserito nello stesso girone di Roma e Atletico, che sfida il modesto, sulla carta, Qarabag. Conte non si nasconde. Ama la Champions ma non accantona gli eventuali problemi ” Per me è molto  importante avere una buona esperienza di Champions, ma credo anche che dobbiamo essere realisti. Siamo all’inizio di una nuova epoca e bisogna procedere passo passo prima di poter arrivare ai livelli di Real Madrid, Bayern Monaco e anche della Juventus”. Lo scorso nessuno immaginava che avremmo vinto la Premier e invece sul campo abbiamo fatto cambiare idea alla gente. Comunque per noi quella di domani è una partita molto importante e non credo sia assolutamente facile.  Il Qarabag è all’esordio nella Champions League ed è mosso da tantissimo entusiasmo. Ci attendono sette partite in ventuno giorni e il nostro calcio non ti permette di riposare. Dobbiamo tenere la guarda alta, ovunque, sia in Inghilterra che in Europa  dove vogliamo far bene senza mai dimenticare da dove veniamo”.

LE ALTRE PARTITE DI DOMANI

Gruppo A: Benfica-Cska Mosca; Manchester United-Basilea

Gruppo B: Bayern-Anderlecht; Celtic-Psg

Gruppo C: Chelsea-Qarabag; Roma-Atletico Madrid

Gruppo D: Barcellona-Juventus; Olympiacos-Sporting Lisbona

error: Content is protected !!
P