News

Saranno famosi: Non solo Isco. Con Valverde e Odegaard il Real Madrid guarda al futuro

DANIELE ORIETI

MALAGA Settimana intensa quella passata, per quanto riguarda il calcio internazionale.
Tutto il mondo del pallone in fermento tra qualificazioni al campionato del mondo di Russia 2018 e anche per le qualificazioni al campionato europeo under 23. Sfide importanti e ottime vetrine per giocatori affermati ma anche per giovani futuri campioni. Da evidenziare, anche in questo caso, l’ottimo lavoro dei dirigenti del Real Madrid che confermano di avere buon occhio su giovani talenti.
Tre giocatori in particolare hanno rubato l’attenzione degli appassionati di calcio. Al primo posto, fari puntati su Isco, già affermato campione madridista autore di 3 gol in due partite con doppietta fantastica contro l’Italia e autore di una partita super. A segno anche contro il Liechtenstein, ormai il giovane malagueño si sta proponendo come il nuovo Iniesta. Al secondo, Patricio Valverde, detto “El paquerito”, autore di un gol importantissimo con la nazionale Uruguaiana nel giorno del proprio esordio con la “Celeste” contro il Paraguay nelle qualificazioni mondiali, sfida conclusasi con il risultato di 2-1 per l’Uruguay. Classe ’98 e cresciuto nelle giovanili del Peñarol,
il  Madrid lo acquista per 5 milioni di euro nel 2016, girandolo  direttamente al Castilla, (ex Real Madrid b) per farlo crescere. Forte fisicamente, dotato di ottima tecnica e di una buona progressione può giocare sia da mezz’ala che da trequartista. Autore di una stagione positiva con il Castilla, quest’anno avrà la possibilità di mettersi in mostra, giocando finalmente nella Liga in particolare con il Deportivo La Coruña dove è  stato girato in prestito dal Madrid. Al terzo posto di questa speciale classifica troviamo un altro giovanissimo tesserato Real. Martin Odegaard di nazionalità norvegese, anche lui come il “Paquerito”, classe 1998. Mancino puro, dotato di grande tecnica e visione di gioco, elegante nei movimenti e con buon controllo di palla, ricorda, nel modo di giocare il Madridista Isco. Altra dote importante del giovane norvegese sono i calci piazzati, dote questa, evidenziata grazie al gol nell’ultima partita di qualificazione europea under 23, contro il Kosovo con una splendida punizione sotto l’incrocio dei pali dai 30 metri di distanza. Dopo una piccola e sfortunata parentesi al Real Madrid, attualmente Odegaard si trova in prestito al Herenveen nel campionato olandese. A Madrid si aspettano una stagione positiva e di rilancio per poter tornare e giocare da protagonista.

error: Content is protected !!
P