News

Calcio d’estate: Milan regina del mercato, la Juve decolla, Spalletti aspetta l’Inter, Napoli c’è, Roma in lista d’attesa

Sole, mare e fantasia. Manco per idea, perché nel calcio di oggi a Luglio si suda in ritiro e si plasmano le squadre del futuro, quello prossimo che aprirà i battenti il 20 agosto con la prima di campionato. E’ il tempo del calciomercato, dei sogni d’estate. Siamo solo all’inizio ma già i primi “botti” sono arrivati a destinazione. Chi sale e chi scende, chi aspetta di piazzare la zampata giusta. Speranze e valige cariche di entusiasmo. Vediamo in dettaglio come stanno andando le cose.

MILAN 

Finora è la regina indiscussa del mercato calcistico. E’ stata la prima a muoversi e lo ha fatto non solo con tempismo ma anche con grande efficacia. I colpi rossoneri finora sono sette e da domani potrebbero diventare 8 dal momento che il laziale Bigia è ormai ai titoli di coda a Formello. Mirabelli e Fassone sono pronti a chiudere nelle prossime ore e regalare a Montella il centrale tanto inseguito. Dopo aver preso André Silva (a. Porto), Musacchio (d. Villareal), Conti (d. Atalanta), Rodriguez (d. Wolksburg),  Calhanoglu (cc Bayer), Kessiè (cc Atalanta), Borini (a. Sunderland), attendono il regista laziale er poi dare l’assalto alla punta in grado di spostare gli equilibri. Fassone e Mirabelli hanno in mano il viola Kalinic ma prima di chiudere faranno un ulteriore tentativo per provare a strappare Aubameyang al Borussia. E’ un Milan completamente rivisitato, con i soli Donnarumma ( he ieri ha firmato fino al 2021), Romagnoli, Suso e Bonaventura che dovrbbero far parte del nuovo assetto rossonero. Si attende il botto finale, ma sicuramente è già un altro Milan.

JUVENTUS 

Il non aver ceduto alcuni pezzi pregiati è già un titolo per il futuro bianconero. Per ora hanno lasciato la Juve solo Dani Alves e il secondo portiere Neto ceduto al Valencia, sono arrivati Bentancur (cc Boca) già preso da tempo, così come Orsolini (a. Ascoli). Alla Samp è stato soffiato Schick (attaccante), ma il bello, dicono da Torino, deve ancora venire. Il primo vero colpo la Juve lo ha piazzato in queste ore prelevato Douglas Costa dal Bayern Monaco con la formula del prestito (6 milioni) con obbligo di riscatto.Ma alla Juve si attendono altri due copi di spessore. Il primo porta a Federico Bernardeschi (a. Fiorentina) con la Viola che chiede 40 milioni e la Juve che ne offre 30. Distanza notevole, ma considerato che il giocatore vuole vestire bianconero, difficilmente l’affare non si farà. L’arrivo di Costa preclude quello di Danilo (d. Real Madrid), così la Juve punterebbe forte il milanista De Sciglio con i rossoneri che però chiedono in cambio Cuadrado.

INTER

Spalletti è stato chiaro. Vuole giocatori e di qualità. Il primo tassello della nuova Inter si chiama Borja Valero (cc Fiorentina) definito nelle ultime ore, insieme al giovane attaccante Colidio (Boca) e a Skriniar (d. Samp). Non basta chiaramente. Nel taccuino di Sabatini tanti nomi da Darmian (d. United) a Dalbert (d. Nizza), dal sogno Di Maria (cc Psg)a Sanchez (d. Ajax). Inter cantiere aperto che non vuole essere da meno dei cugini rossoneri in un derby cinesi che probabilmente durerà un intero anno.

NAPOLI 

L’ossatura resta quella della passata stagione, quindi squadra esclusivamente da migliorare. In questa ottica si inseriscono gli acquisti di Ounas (a. Bordeaux) e Mario Rui (d. Roma) con quest’ultimo che da tempo scalpitava per tornare alla corte di Maurizio Sarri. Napoli da migliorare e nel mirino ci sono A. Moreno (d.Liverpool), Berardi (a. Sassuolo) e la ricerca di un portiere (Meret del Sassuolo).

ROMA

E’ partito forte i mercato giallorosso grazie all’arrivo di Karsdorp (d. Feyenoord), Moreno (d. Psv), Gonalons (cc Lione) e il ritorno di Pallegrini (cc Sassuolo). Roma che per far fronte al fair play finanziario ha dovuto cedere prima del 30 giugno, per questo sono partiti Salah (Liverpool), Paredes (Zenit) e soprattutto Rudiger ceduto d’urgenza al Chelsea dopo il rifiuto a trattativa conclusa di  Manols di andare allo Zenitr alla corte di Mancini. Roma che adesso deve pensare a dare spessore alla rosa, con Di Francesco che ha già parlato di cinque acquisti, un difensore centrale, un laterale sinistro, un attaccante vice Dzeko e due punte esterne. Vicinissimo l’arrivo di Nastasic (d. Schalke 04). Contatti sempre più ravvicinati per Defrel (a. Sassuolo) anche se la differenza tra domanda e offerta è ancora notevole, ma c’è tempo. Inutile fare ulteriori nomi, per non illudere la piazza, ma di certo Monchi, che sta lavorando a fari spenti, sa bene cosa serve per regalare alla Roma una stagione da protagonista.

LAZIO

L’arrivo di Marusic (d.Ostenda) è stato il primo tassello per Inzaghi che però è alle prese con la gestione di Biglia e Keita.L’argentino è ormai un giocatore del Milan (da limare gli ultimi dettagli) tanto che la società biancoceleste ha individuato nel turno Arslan (Besiktas) il naturale sostenuto. Permanenza complicata per il senegalese su cui ha messo gli occhi il Chelsea di Conte ma anche il Monaco e la stessa Inter, ma Keita aspetta solo segnali dalla Juve. In attesa De Vrij intenzionato a restare ma senza rinnovare, il che non piace a Tare. Confermato Strakoska, Tare è alla ricerca di un secondo portiere: nel mirino Mirante, Consigli e Karnezis, mentre resta sempre viva la pista che porta al Papu Gomez (a. Atalanta).

LE ALTRE IN PILLOLE

Cassano dopo un anno di naftalina, sceglie Verona per ricominciare al fianco di Pazzini. Sempre a Verona attesa per l’arrivo di Cerci. Fiorentina da rifare: ha perso Ilicic ma soprattutto Valero e con le valige in mano ci sono Bernardeschi e Kalinic. I viola puntano il genoano Simeone e Politano (a. Sassuolo). L’Atalanta stringe per trattenere Spiazzola e con l’innesto di Ilicic vuole presentarsi compatta in Europa League. Sirigu è il nuovo portiere del Torino, Budimir il nuovo attaccante del Crotone, Bertolacci potrebbe ritornare al Genoa che dal Milan sogna anche Lapadula, Paloschi giideràl’attacco della neopromossa Spal. Ma c’è tempo. I sogni, per tutti, continuano.

error: Content is protected !!
P